fbpx

Nunzia Catalfo: “Ex Br Federica Saraceni percepiva già il reddito di inclusione”

Politica

Written by:  Monica Montanaro

Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo rispondendo nel corso del question time alla Camera dei Deputati all’interrogazione del deputato di Forza Italia, Paolo Zangrillo, ha riferito che l’ex brigatista Federica Saraceni, che attualmente sta scontando la sua pena in regime di detenzione domiciliare, prima dell’ingresso della misura legislativa del reddito di cittadinanza, percepiva già un altro forma di sussidio, specificamente “461 euro mensili di reddito di inclusione, prima dell’entrata in vigore del reddito di cittadinanza”.

 

Nunzia Catalfo ha espresso immediata solidarietà alle vittime del terrorismo, rivolgendo delle parole di conforto specialmente alla famiglia del prof. Massimo D’Antona, caduto sotto i colpi delle nuove Br in data 20 maggio 1999. Il ministro ha riferito pubblicamente che in giornata presiederà a un tavolo di lavoro con il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e i rappresentanti dell’Inps per ricercare le congrue “risposte normative” da adottare in merito alla vicenda spinosa concernente l’ex brigatista e il sovvenzionamento statale. 

Federica Saraceni è sottoposta a una misura di detenzione domiciliare speciale, la cui compatibilità con le attività lavorative previste dal reddito di cittadinanza è oggetto di approfondimento. Per questo, conclusa questa seduta, tornerò al ministero del Lavoro per coordinare di concerto con il ministero della Giustizia e l’Inps l’apposito tavolo tecnico per garantire una pronta risposta anche normativa per questa vicenda e per tutti quei casi analoghi che potrebbero verificarsi sia pure nel doveroso rispetto della cornice istituzionale”, ha puntualizzato dinanzi ai media il ministro Catalfo. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE