fbpx

Manchester, torna l’allarme terrorismo

Estero

La Polizia ha arrestato un 40enne per terrorismo dopo che l’uomo ha accoltellato cinque persone in un centro commerciale

 

Written by.  Monica Montanaro

 Nella città di Manchester all’interno di un centro commerciale un uomo 40enne è stato arrestato per terrorismo, poiché ha compiuto un attacco utilizzando un pugnale come arma offensiva. L’azione terroristica dell’uomo ha causato il ferimento ci cinque persone, le quali sono state brutalmente accoltellate da esso. La struttura è stata evacuata d’urgenza e i mezzi pubblici transitanti in zona sono stati fermati. Dei cinque feriti, due sono donne, di cui una 19enne, le cui condizioni di salute non sono preoccupanti. Mentre gli altri quattro feriti sono stati ricoverati in ospedale, tra di essi una persona versa in serio pericolo di vita.

 
 Sono scattate tempestivamente le indagini per appurare la dinamica dell’attacco, gestite dalla polizia antiterrorismo.  Gli uomini delle forze dell’ordine stanno sottoponendo il sospetto ad un serrato interrogatorio e gli stessi in un comunicato stampa hanno dichiarato che, “in queste prime fasi dell’inchiesta, ci manteniamo aperti sul possibile movente di questo attacco terribile. Data il luogo dell’attacco e la sua natura, i funzionari dell’anti-terrorismo stanno guidando l’inchiesta”. 

Intanto in rete stanno diffondendosi foto e video che rimandano le immagini dell’attacco all’interno dell’Arndale shopping center situato nel centro della città. Si può constatare la presenza di un agente che blocca a terra il sospetto con una pistola Taser, e all’esterno della struttura diversi mezzi della polizia e ambulanze.  Alcuni testimoni hanno raccontato impressionati di aver assistito alla scena di un “uomo che correva per il centro armato di coltello, aggredendo le persone”.

Il premier britannico Boris Johnson ha manifestato orrore e sgomento per l’episodio criminoso, e ha scritto sui social di sentirsi “scioccato dall’attacco di Manchester. I miei pensieri vanno ai feriti ed alle altre persone coinvolte”, elogiando al contempo “gli eccellenti servizi di emergenza che sono intervenuti ed ora stanno indagando sull’accaduto”. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE