fbpx

Il vento del sovranismo oggi in europa

Crolla Orban in Ungheria, cresce il sovranismo in Polonia.

Politica estera

Sulla mutevolezza degli orientamenti elettorali non ci piove. La velocità con cui muta la simpatia o meno dell’elettore non ha precedenti. Dipenderà anche dalla massa di informazioni che si susseguono a ritmo incalzante, dipenderà dalla caduta delle ideologie (che in realtà più che cancellarsi, tendono ad essere sostituite da altre), sarà che le due cose messe insieme giocano ciascuno la propria parte che si assomma ad altri piccoli fattori, sta di fatto che nelle ultime due più rilevanti consultazioni europee, imentre in Ungheria si registra la sconfitta di Orban, che perde la capitale e gran parte dei grossi centri abitati, mentre siamo ad oltre il 75% delle schede scrutinate, in Polonia si profila netto un vistoso successo sovranista. Gli exit pol sono chiai: Il partito nazionalista di Jaroslaw Kaczynski, Diritto e giustizia, è in netto vantaggio rispetto agli avversari con il 43,6% dei voti. Se questa  tendenza venisse confermata, Kaczynski otterrebbe 239 seggi su 460. Ora non ci resta che attendere i risultati definitivi.

Gianvito Pugliese – Capo redattore Centrale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE