fbpx

Grazie a Quartullo è tornato Bogosian

Arte & Moda

 

Paolo Biag è l’istrionico interprete di 12 personaggi del testo americano tradotto da Quartullo e Monaco.

Non finirò mai di ringraziare Paolo Biag per avermi dato l’opportunità di immergermi nel mondo di Bogosian, coinvolgendomi come regista per il suo spettacolo – lo dice ai giornalisti Pino Quartullo, regista di “Piantando chiodi nel pavimento con la fronte”.

Dopo diversi anni lo spettacolo del drammaturgo americano torna in scena in Italia, raccogliendo successo di pubblico al Teatro Cometa Off di Roma.

Ringraziando la stampa in occasione della prima nazionale, l’autore teatrale Pino Quartullo, alla presenza del protagonista Paolo Biag aggiunge “Non abbiamo ritenuto necessario sostituire con personaggi italiani quelli americani (citati da Bogosian nel testo) per fare satira nostrana o tantomeno attualizzare il testo con personaggi e fatti di oggi”. Il testo teatrale infatti “continua a raccontarci, forse ancor più oggi di quando fu scritto, la nostra contemporanea realtà impazzita e gli italiani di oggi, assomigliano molto a certi americani anni ’90. Decidendo di lasciare il testo esattamente come era stato scritto nel 1993, il confronto con il nostro oggi, ci è sembrato ancora più inquietante”.

Piantando chiodi sul pavimento con la fronte è stato portato per la prima volta in scena in Italia da Luca Barbareschi nel 1994, con un suo adattamento/riduzione ambientato in Italia. E da allora non è mai più stato rappresentato nel nostro paese.

Questa versione curata da Quartullo con Paolo Biag, è integrale e fedelissima all’originale americano, anche per fermo volere dell’autore Eric Bogosian, che ha concesso i diritti dell’opera per due anni in esclusiva alla compagnia.

@giuScarlato


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE