fbpx

Basket serie A. L’Olimpia Milano vince in casa della Virtus Roma

Sport

 
 

Dopo 5 anni di assenza , torna nella nostra serie A1 una delle più classiche sfide tra le due metropoli Roma e Milano, due squadre che non si incontravano dal campionato 2014/15, partita vinta dai milanesi per 77-56 contro l’allora Acea. Sfida che assume fascino poiché il primo e unico scudetto vinto dalla Virtus fu conquistato proprio battendo Milano nella finale scudetto giocata al Palaeur nel lontano 1982/83. Da sottolineare quest’oggi il meraviglioso ambiente del palaeur, con più di 7000 persone che hanno sostenuto dall’inizio alla fine la squadra, creando un atmosfera unica che non si vedeva da parecchi anni.

Virtus che per ben tre quarti di gara regala una prestazione eccellente, fino ad arrivare addirittura al +16 (33-16), con delle prestazioni assolutamente positive, con Jefferson, Dyson e Alibegovic che, spinti anche dal pubblico, trovano delle bellissime giocate, bucando la difesa di Milano e trovando spesso il bersaglio dalla linea dei tre punti. Ma è dall’inizio dell’ultimo quarto che Milano mostra la sua esperienza, chiudendo bene gli avversari, alzando il pressing e rimediando falli che le hanno permesso di chiudere il macht per 73-79, equivalente tra l’altro al massimo vantaggio della squadra ospite.

Ettore Messina trova la vittoria numero 350 in serie A e la 14esima contro coach Piero Bucchi, in un totale di 21 scontri diretti tra i due, Bucchi che tra l’altro ha ricoperto il ruolo di allenatore della squadra lombarda, con 94 partite disputate e 55 vittorie.

Le parole di coach Piero Bucchi al termine della gara: «Voglio partire dal bel pubblico di oggi e ringraziare i tifosi, e poi dai ragazzi in campo ai quali faccio i complimenti perché ci hanno provato fino in fondo. Complimenti a Milano e a Ettore, credo la differenza l’abbia fatta la maggiore freschezza loro alla fine grazie alle rotazioni più lunghe: abbiamo fatto una buona partita, di grande cuore e intensità, ma le rotazioni che ha Milano sono importanti e il poter contare su una panchina del genere pesa. Ripenso a qualche nostro errore da sotto che ha probabilmente segnato la partita, senza però voler colpevolizzare nessuno dei ragazzi. Finché siamo riusciti a giocare con la freschezza giusta abbiamo fatto davvero delle belle cose, è un buon segnale, prenderemo tanti spunti per migliorare e fare meglio, siamo stati bravi, non ci siamo risparmiati, è dagli errori contro squadre così forti che si impara. Complimenti ai ragazzi».

Virtus Roma – A|X Armani Exchange Milano 73-79 (29-16; 43-30; 58-62)

Virtus Roma: Cusenza ne, Moore 3, Alibegovic 15, Rullo ne, Dyson 15, Baldasso 7, Pini 3, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 15, Buford 9, Kyzlink 6. All. Bucchi.

A|X Armani Exchange Milano: Della Valle 5, Mack 10, Micov 15, Biligha, Moraschini 2, Rodriguez 11, Gravaghi ne, Tarczewski 15, Nedovic 6, Cinciarini 2, Burns, Scola 13. All. Messina.

A cura di Giovanni Pascotto


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE