fbpx

ProSceniUm: ad Assisi ospiti di fama mondiale

Musica&Spettacolo

Il Festival si è svolto il 26 ottobre al Lyrick di Assisi mentre il Dopo Festival il 27 ottobre presso il Centro Commerciale Collestrada.

 

La musica deve essere bella, ma anche ben fatta! Da questa convinzione si comprende la riuscita di ProSceniUm, il festival ospitato dalla Città di Assisi nella sua seconda edizione, con artisti del calibro di Ron e Roger Wright.

Il Festival della canzone d’autore è ideato ed organizzato dall’Associazione “ProSceniUm – Progetto Scenico Umbro”, fondata dagli umbri Roberto Lipari e Loredana Torresi (direttori artistici), Gianni Marcantonini e Federico Castagner (direttori di produzione), Andrea Vitali e Niccolò Borghi (performer).

La prestigiosa manifestazione canora ha ottenuto il patrocinio della SIAE, della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, del Comune di Assisi, della Cna Umbria e della Camera di Commercio di Perugia.

“Ritrovata” è il brano vincitore de l’edizione 2019 con grande emozione per ELENA PARDINI in arte La Pard. La cantautrice viareggina si è aggiudicata il premio SIAE “Miglior canzone” (vincitore assoluto) consegnatole da Alessandro Bracci, direttore della sede interregionale della SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) di Roma; dal critico musicale e giornalista Red Ronnie; da Stefania Proietti, sindaco del Comune di Assisi; e dall’artista umbro Giampiero Magrini, autore dell’opera d’arte.

A La Pard sono andati anche il premio Radio Subasio (canzone più radiofonica) dato dallo speaker della radio ufficiale del Festival, Stefano Pozzovivo, ed il premio Premio Ebox (migliore interpretazione) da Agelica Pula, titolare dell’azienda.

Secondo classificato assoluto è giunto “Marco Croma” di Roma, pseudonimo di Marco Battilocchi, con “Avrai bisogno della notte”. Il cantautore romano ha vinto anche il premio UniCredit (miglior testo) consegnatogli da Marzio Giogli, area manager UniCredit, e Beppe Dati, compositore e paroliere.

Al terzo posto assoluto si è classificata Eleonora Toscani di Pineto (Teramo) con “17 pezzi” mentre il premio Satiri (migliore musica) è andato a “Franklin” di Manfredonia (Foggia), pseudonimo di Alessandro Di Lascia, con “Cieco”, consegnatogli da Silvia Satiri, titolare dell’azienda.

Il premio “voto giuria popolare” è andato a “Franklin” di Manfredonia (Foggia), pseudonimo di Alessandro Di Lascia, con “Cieco” (a cui è andato anche quello “Satiri, migliore musica”). Secondo classificato per il pubblico è stato “Joe Balluzzo” di Roma, pseudonimo di Giuseppe Puzzo Balluzzo, “Oggi è un altro giorno”, mentre al terzo posto è arrivata Eleonora Toscani di Pineto (Teramo) con “17 pezzi” (giunta terza assoluta anche al Festival).

Stima reciproca e affiatamento tra gli artisti giunti in terra umbra per consegnare al vasto pubblico le loro emozioni, guadagnandosi l’apprezzamento di due conduttori TV come PINO INSEGNO e FRANCESCO FACCHINETTI.

 

Nella foto la splendida presentatrice Loredana Torresi, il celebre tenore e religioso Fra Alessandro Brustenghi,Joba” di Trento, pseudonimo di Giovanni Balduzzi, “Chiara White” di Fiesole (Firenze), pseudonimo di Chiara Cavallina, “Jampa” di Firenze, pseudonimo di Gian Pasquale Capolongo, Antonello Condoluci ed Adelaide Capasso di Rosarno (Reggio Calabria), Eleonora Toscani di Pineto (Teramo), “Franklin” di Manfredonia (Foggia), pseudonimo di Alessandro Di Lascia, “Joe Balluzzo” di Roma, pseudonimo di Giuseppe Puzzo Balluzzo, “Marco Croma” di Roma, pseudonimo di Marco Battilocchi, “Mikyami“, ovvero Michela Parisi e Ylenia Mangiacotti, di San Marco in Lamis (Foggia), “Porthos” di Siena, pseudonimo di Giuseppe Pugliese, Federico Proietti di Roma, LaPard di Viareggio (Lucca).

Giuseppe Scarlato


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE