fbpx

Fisco, Ruggiero-Brescia (M5s): “con riforma otto per mille piu’ risorse per edilizia scolastica”

Una riforma dell’8 per mille che il M5S compattto fa approvare e che se da un lato da alle scuole più fondi e quindi più sicurezza, dall’altra, rispettando la volontà espressa dai cittadini li avvicina allo Stato.

Politica italiana

Ricevo dall’Onorevole pentastellato Beppe Brescia, presidente della I Commissione Affari costituzionali,  e volentieri pubblico la seguente nota:

Domani in commissione Finanze alla Camera approveremo un emendamento per riformare l’8 per mille, fortemente voluto dal MoVimento 5 Stelle e dalla presidente Carla Ruocco, che ringraziamo. Finalmente i cittadini potranno scegliere a quali interventi destinare la propria quota e renderemo vincolante l’utilizzo delle risorse destinate all’edilizia scolastica. Troppe volte i governi in passato hanno disatteso le scelte dei cittadini, indirizzando quelle risorse verso altri scopi. Grazie a questo emendamento aumentiamo i fondi per migliorare e mettere in sicurezza gli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica e soprattutto stabiliamo che i fondi dovranno ridurre i divari territoriali esistenti nelle diverse zone d’Italia” lo annuncia la deputata pugliese del MoVimento 5 Stelle, Francesca Anna Ruggiero, componente della commissione Finanze di Montecitorio.

Questa proposta parte da lontano, direttamente dalla Puglia. Nella scorsa legislatura presentai una proposta di legge per destinare l’8 per mille all’edilizia scolastica. Era il novembre 2013 e quella proposta diventò subito un emendamento alla legge di stabilità del 2014, approvato con consenso largo.” aggiunge Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari Costituzionali di Montecitorio. “Nei fatti poi non è mai stata veramente applicata come volevamo. Negli ultimi anni solo 21 milioni di euro dall’8 per mille sono andati alle scuole e meno della metà dei contribuenti ha scelto espressamente la destinazione. Con il voto di domani si cambia. Finalmente i cittadini avranno tanti buoni motivi per versare l’8 per mille allo Stato.”

Non posso fare a meno di sottolineare come questa proposta, rispettosa della volontà del cittadino-contribuente, avvicina quest’ultimo allo Stato ed al contempo assicura alle scuole più mezzi in un momento un cui svolge un ruolo insostituibile per i quali non ha assolutamente risorse neanche minime. 

Gianvito Pugliese
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE