fbpx

Gualtieri, ‘su Mes campagna terroristica da Salvini e Borghi’

Economia e Finanza

IL MINISTRO, ‘NON CREDO CHE CI SARA’ LA CRISI E CHE SI VOTERA’ A GENNAIO’

“Quella sul Mes e’ una discussione che ci sarebbe stata comunque, a prescindere da questo dibattito sopra le righe, ma e’ avvenuta in un contesto in cui la Lega, Salvini e Borghi con cinismo hanno iniziato a fare una campagna terroristica per spaventare le persone”. Lo dice il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a Mezz’ora in piu’. 

 “Quella sul Mes è una discussione che ci sarebbe stata comunque, a prescindere da questo dibattito sopra le righe, ma è avvenuta in un contesto in cui la Lega, Salvini e Borghi con cinismo hanno iniziato a fare una campagna terroristica per spaventare le persone” su una riforma che “in sostanza non cambia nulla”. A sottolinearlo il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a ‘Mezz’ora in più’. “Certo, se non ci si riesce a esprimersi con competenza e serietà sulla Nutella è evidente che la credibilità su ciò che si dice sul Mes sia piuttosto scarsa”, chiosa poi il ministro. 

 “Ci sono dei miglioramenti che vanno valutati, un’orizzonte piu’ largo di pacchetti portati dal governo. Se c’e’ chi vuole un incidente parlamentare o alimentare un sentimento contro l’Europa dicendo cose false, dicendo cose assurde, queste forze dubito che arriveranno mai a convergere su questo testo”, sostiene il ministro dell’Economia. Che aggiunge:   “Non penso che ci sia una crisi e che si andra’ a votare a gennaio”.

 “Sugar tax e plastic tax sono piccole cose” rispetto alla portata della manovra e “sono stupito dalla discussione accesa” su queste misure, dice il ministro dell’Economia. “Abbiamo deciso di rivedere questa misura, di mantenerla, e di collocarla nel quadro di un grande piano nazionale sulla plastica, un po’ sul modello di quello che ha fatto l’Emilia-Romagna. Ora si applica solo alla parte non riciclata e inoltre viene posticipata”, spiega illustrando le novità introdotte.

 “Penso che daremo parere negativo a questo emendamento ma dovremo esaminarlo, questo non è un emendamento del governo”. Ad annunciarlo è il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a Mezz’ora in più su Rai3 interpellato sull’emendamento alla manovra presentato ieri dai relatori sul giro di vite sulle finte prime case. “Stiamo parlando di un emendamento del relatore che vuole adeguare il regime delle regole alle sentenze della Cassazione che si può avere solo una prima casa. Ci sono anche fenomeni di false doppie prime case ma bisogna assolutamente evitare di colpire famiglie che ad esempio legittimamente lavorano in posti diversi”, evidenzia Gualtieri. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE