fbpx

Catalogna: la Corte Ue bacchetta la Spagna, Junqueras è eurodeputato e gode dell’immunità

Estero

La Corte di giustizia dell’Ue ha stabilito che l’ex vicepresidente catalano, Oriol Junqueras, in qualità di eurodeputato, gode dell’immunità parlamentare e che la Spagna avrebbe dovuto scarcerarlo per permettergli di prestare giuramento. “Una persona eletta al Parlamento europeo acquisisce la qualità di membro di questa istituzione a partire dalla proclamazione ufficiale dei risultati elettorali e beneficia, da detto momento, delle immunità collegate a tale qualità”, ha stabilito la Corte.  Junqueras è attualmente in carcere in Spagna, condannato per sedizione dopo il referendum del 2017. Il 14 ottobre scorso, il leader indipendentista catalano è stato condannato per sedizione a 13 anni di carcere e alla perdita dei diritti civili, malgrado la sua elezione al Parlamento europeo, il 26 maggio 2019.

Secondo i giudici di Lussemburgo, una persona eletta al Parlamento Europeo acquisisce lo status di parlamentare europeo al momento della dichiarazione ufficiale dei risultati e beneficia, da quel momento, delle immunità collegate. Al momento della sua elezione al Parlamento europeo, Junqueras si trovava in carcere preventivo.

La sentenza Junqueras dovrebbe avere ripercussioni anche su altri due leader indipendentisti catalani, l’ex presidente Carles Puigdemont e Toni Comin, eletti alle ultime europee, ma che non hanno potuto prendere funzione, perché nell’impossibilità di recarsi a Madrid per prestare giuramento sulla Costituzione spagnola come prevede la legislazione nazionale. Le autorità spagnole non hanno trasmesso all’Europarlamento la proclamazione dell’elezione dei tre catalani e di conseguenza l’Europarlamento ha rifiutato di farli entrare in carica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE