fbpx

Meteo: Italia nel mirino di freddo e neve, ecco tutti i dettagli sul prossimo peggioramento

Ambiente & Territorio

di Martina Rampoldi

Meteo Italia: sempre più confermata la prossima irruzione fredda da Est sulle nostre regioni meridionali, con neve fino a bassa quota già nel weekend.

Ondata di freddo in arrivo con nevicate a bassa quota sulle regioni del medio-basso adriatico.
L’ANTICICLONE HA LE ORE CONTATE SULL’ITALIA, TORNA L’INVERNO?

Le festività natalizie sono trascorse, sotto il profilo meteo, con condizioni all’insegna della generale stabilità sull’Italia, con la nostra Penisola che si è trovata sul bordo orientale di un vasto anticiclone che si è allungato dalla Penisola Iberica fin sulla Scandinavia. A parte qualche addensamento sulle Alpi con nevicate sui settori di confine e qualche acquazzone residuo sulle regioni meridionali infatti, i giorni di Natale hanno visto il sole splendere su buona dell’Italia con le temperature che si sono assestate su valori ben sopra le medie del periodo. Attenzione però la situazione è destinata a cambiare radicamente nelle prossime ore, come potete vedere dalle carte consultabili nella sezione dedicata sul nostro sito: aria fredda da Est è pronta a fare il suo ingresso sulla nostra Penisola, portando un generale peggioramento meteo che favorirà il ritorno della neve fino a bassa quota. Torna quindi l’inverno? Sì, ci sarà un piccolo assaggio invernale ma non per tutti…

IRRUZIONE FREDDA CON NEVE A BASSA QUOTA SULLE REGIONI MERIDIONALI

Stando a quanto mostrato ormai da qualche run dai principali modelli meteo, il target principale di questa irruzione fredda saranno le regioni del Sud Italia, con la neve che cadrà a bassa quota specie sul versante adriatico, come sempre succede in queste configurazioni. In particolare, nel prossimo weekend l’anticiclone ripiegherà sull’Europa centrale, andando a posizionare i suoi massimi di pressione, fino a 1040 hPa al livello del mare, tra Germania e Nord Italia, favorendo la discesa, sul suo bordo orientale, di aria molto fredda di estrazione artica. Questa dovrebbe raggiungere soprattutto il Sud Italia, ma anche le regioni centrali risentiranno di un generale calo delle tempertaure, che finiranno ben sotto le medie del periodo. Solamente al Nord il freddo sarà tenuto lontano dall’anticiclone, con tempo stabile e valori generalmente in linea con le medie del periodo. In tale situazione, oltre al freddo arriverà anche il maltempo: questo peggioramento meteo interesserà sempre le nostre regioni meridionali in particolare, come mostrato dai modelli elaborati dal nostro centro di calcolo, con la neve dunque che avrà il via libera per cadere fino a bassa quota.

TEMPERATURE IN CROLLO AL SUD ITALIA FINO A 5°C SOTTO LE MEDIE

Aria fredda di origine artica arriverà sulle nostre regioni meridionali, facendo crollare le temperature e riportando la neve fino a bassa quota.

Aria artica in arrivo quindi nei prossimi giorni, con il Sud Italia che sarà il target principale di questa irruzione fredda da Est. In particolare, nel prossimo weekend le temperature sono attese in sensibile calo ad iniziare dalle zone adriatiche, con i valori che scenderanno fino a 5/6°C sotto le medie del periodo. Come potete vedere dal nostro modello GFS, le temperature in quota a 850 hPa, circa 1500 metri, si spingeranno fino a -6/-7°C, con punte addirittura di -8°C. Dalle Marche alla Puglia il freddo si farà sentire già sabato, con le temperature che torneranno a salire solamente a partire da lunedì 30 dicembre. Valori ben sotto la media anche sulle altre regioni meridionali, fin sulla Sicilia, con punte anche di 8/9°C inferiori a quanto atteso per il periodo, ma il freddo raggiungerà anche il versante tirrenico centrale. Temperature in calo sulle regioni del Nord Italia ma attenzione che queste risentiranno più della presenza dell’anticiclone piuttosto che dell’aria fredda: i valori si riporteranno in linea con le medie ma non scenderanno sotto specie sui settori centro occidentali.

OLTRE AL FREDDO, ARRIVA ANCHE LA NEVE FINO A BASSA QUOTA

Il drastico abbassamento delle temperature non sarà l’unico effetto di questa irruzione di aria fredda, perché si tratterà di un generale peggioramento meteo che porterà con sé anche la neve. In particolare, ancora una volta saranno le regioni meridionali quelle più indiziate per vedere il ritorno dell’inverno. Stando alle ultime uscite dei principali modelli meteo, tra sabato e domenica la dama bianca potrebbe fare la sua comparsa non solo in Appennino ma potrebbe spingersi a quote collinari sul medio basso versante adriatico e sulle zone interne meridionali, comprese quelle siciliane.

CAPODANNO ANCORA SOTTO IL SEGNO DELL’ANTICICLONE

Dopo questa irruzione fredda del weekend, con tempertaure in calo sotto le medie e neve fino a quote quasi pianeggianti dall’Abruzzo alle regioni meridionali, l’anticiclone sembra riprendere vigore sull’Italia in vista del Capodanno. Secondo le ultime uscite dei principali modelli meteo il tempo andrà migliorando sulla nostra Penisola all’inizio della prossima settimana, con le temperature che torneranno verso le medie del periodo e il tempo che potrebbe risultare asciutto da Nord a Sud. L’incertezza comunque non è ancora trascurabile e dunque si tratta solamente di una prima tendenza che andrà confermata dai prossimi run.

La nostra newsletter! Ricevi gli aggiornamenti e le ultimissime su Meteo e Scienza via mail!

Fin da quando ero piccola sono sempre stata attratta dalle previsioni del tempo e da tutti gli eventi atmosferici. Nata e cresciuta a Milano, mi sono laureata in Fisica dopo la maturità scientifica e successivamente ho conseguito il Master in Meteorologia presso l’Universitat de Barcelona. Nel 2014 ho raggiunto Roma entrando a far parte del team del centrometeoitaliano.it come meteorologa. Principalmente mi occupo di previsioni meteo e della stesura dei bollettini, insieme ai comunicati per varie stazioni radio e ai video di divulgazione. Amante del freddo e della neve e di tutto ciò che riguarda la montagna, affascinata da uragani e tornado.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE