fbpx

L’odore delle cartellate

Enogastronomia & cucina

C’era un solo pomeriggio all’anno in cui io e mi sorella potevano liberare il tavolo della cucina di mia nonna, costantemente occupato da quaderni e colori, attrezzi quotidiani del nostro “fare i compiti” con il nonno, per lasciare spazio a cose belle, rotelle, farina e taglieri in legno. Una squadra di mani piccole e grandi. Mia nonna Eva impastava e l’odore della buccia d’arancia sfumata nell’olio di oliva già riempiva le stanze di casa di qualcosa che sapeva d’attesa e magia. Mio nonno Antonio per un giorno alfiere dedito ad operazioni di cucina, cui dedicava, un po’ impacciato ma fattivo, le sue braccia forti alla nobile arte culinaria natalizia. E in quel pomeriggio di dicembre si fermava il tempo, si dava forma alla tradizione, si riuniva la famiglia, si creava unione e senso. Una ricetta che porto nel cuore e nelle mani da allora, che tento di infilare in sguardi nuovi e olfatti giovani, per provare a non spezzare l’incantesimo che porta il Natale. Niente acqua per l’impasto, che non richiede zucchero, solo spremuta d’arancia e vino bianco e poi tanta cura e delicatezza nella sfoglia che va stesa, con rispetto tagliata a strisce e poi “incartellata”. Con gli scarti dei ritagli della pasta, io e mia sorella, ci divertivamo ad arrotolare salsicciotti, che poi tagliati a dadini e schiacciati sul retro di una grattugia diventavano “sannachiudene”. Finestre spalancate per lasciare andar via l’odore stagnate del fritto e olio bollente in cui danzavano dorate le cartellate. Si finiva il lavoro sempre molto tardi, stanchi ma pieni gli occhi della luce di casa e mia nonna chiudeva sempre così quando tirava su dall’olio l’ultima carrellata “adesso è Natale”. Sempre custodirò questa magia, sempre tirerò in avanti il filo della tradizione, lo riannoderò lì dove spezzato, perché casa è solo dove c’è amore.

Evelyn Zappimbulso


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE