fbpx

Comprensibile il gesto del Papa, ma non conforme al Vangelo

Arte, Cultura & Società

«Eppure reagire con forza a chi usa la forza contro di noi è assolutamente lecito, anzi cristiano. Proprio Papa Francesco lo aveva spiegato il 15 gennaio 2015 sull’aereo che lo stava portando a Manila. E le circostanze di allora erano infinitamente più serie di quelle della sera di San Silvestro, perché cinque anni fa si parlava di libertà d’espressione e dei terribili fatti di Charlie Hebdo. Allora il Vescovo di Roma disse: “Non si ‘giocattolizza la religione degli altri’. È vero che non si può reagire violentemente ma se il dottor Gasbarri, mio amico caro, dice una parolaccia contro la mia mamma, si aspetti un pugno”».

Così scrive l’amico prete e scrittore Mauro Leonardi sul numero 2 del settimanale Ora. Ma non possiamo cambiare il cristianesimo per difendere papa Francesco. Reagire con forza a chi usa la forza contro di noi sarà lecito, umano, comprensibilissimo in alcune circostanze, ma non si può assolutamente affermare che reagire con la forza sia cristiano. E’ pur vero che anche Gesù una volta perse la pazienza, ma è Gesù ad insegnare chiaramente come reagire alla violenza: “Io invece vi dico di non resistere al male; anzi, se uno ti colpisce alla guancia destra, volgigli anche la sinistra: A uno che vuol trascinarti in giudizio per prenderti la tunica, dagli anche il mantello; se uno ti vuol costringere per un miglio, va’ con lui per due” (Mt 5, 39 – 41). Dietrich Bonhoeffer: “Se per volontà divina nel popolo di Israele eletto da Dio, che allo stesso tempo aveva anche una struttura politica, la vendetta consisteva nel rispondere ad una percossa con una percossa, per la comunità dei discepoli che non possono più avanzare alcuna pretesa politico-legale, essa consiste nel subire pazientemente le percosse, perché al male non si aggiunga altro male!”.

Umano, comprensibilissimo il gesto del Papa, ma sicuramente non conforme al Vangelo.  

Renato Pierri


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE