fbpx

Lecce, ecco la prima vittoria in casa

4-0 al Torino. Deiola, Barak, Falco e Lapadula infiammano il “Via del Mare”

Sport & Motori

LECCE – Nel posticipo pomeridiano di serie A, il Lecce travolge il Torino e festeggia la prima vittoria casalinga della stagione con una prova da applausi.

I giallorossi di Liverani rifilano 4 gol ai granata: Deiola, Barak, Falco e Lapadula i marcatori in una serata da ricordare. Nuova debacle granata, con il tecnico Mazzari ormai destinato all’esonero.

27 anni dopo il Lecce eguaglia il record di vittoria più larga della sua storia in serie A. Tre punti importantissimi. Una vittoria che rasserena tutto l’ambiente dopo due mesi difficili, e consente a società e tifosi di guardare con più fiducia al sogno salvezza.

Con tante assenze, Liverani manda subito in campo i nuovi acquisti Saponara e Barak, rilancia Falco dal primo minuto e conferma Lapadula al centro dell’attacco. Un assetto che sembra giusto, a fronte di un avversario, il Torino, che invece è apparso in evidente crisi di gioco e di idee.

Primo tempo. Il Lecce parte subito col piglio giusto e passa in vantaggio dopo solo 11 minuti. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Saponara pesca Deiola, che non lascia scampo a Sirugu con un preciso destro all’incrocio dei pali dal limite dell’area.

Spinto dal pubblico giallorosso, sempre numeroso, la squadra di Liverani continua a spingere e, al 19’, trova il raddoppio. Il nuovo arrivato Barak approfitta di una respinta difettosa del portiere granata Sirigu ed insacca in rete.

Lecce padrone del campo, Torino non pervenuto. Al 31’ Lapadula potrebbe addirittura segnare il terzo gol, ma questa volta l’estremo difensore granata è bravo a respingere la conclusione a botta sicura dell’attaccante giallorosso.

Gli ospiti si fanno vedere solo nel finale del primo tempo, quando De Silvestri trova la rete sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma il guardalinee segnala il fuorigioco, poi confermato dal VAR.

Secondo tempo. Nella ripresa ci si aspetta la reazione del Torino, che però non arriva. Mazzari in panchina si sbraccia, ma sono evidenti le difficoltà dei suoi giocatori e per il Lecce è relativamente facile mantenere il controllo della gara.

Al 64’ Falco chiude definitivamente i giochi con una prodezza dal limite, sugli sviluppi di una bella azione ispirata ancora da Saponara: tiro di destro del dieci giallorosso, con il pallone che sbatte sotto l’incrocio e s’infila in porta.

Non succede più nulla di rilevante. Nel finale arriva il poker, con il rigore concesso ai giallorossi per un fallo di Bremer su Shakov. Dal dischetto Lapadula spiazza Sirigu e si toglie la soddisfazione della marcatura personale.

Ecco le dichiarazioni a fine gara di Filippo Falco, tra i migliori in campo: “questa è una vittoria che vale tanto, ci tenevamo a vincere finalmente in casa per il nostro pubblico, che se lo merita. L’atteggiamento è stato quello giusto, abbiamo limato i dettagli che ci hanno impedito di vincere negli ultimi due mesi. Felicissimo per il gol. Sono tre punti importantissimi per allontanarsi dalla zona calda”.

Per un paio di mesi ho auto un problema al ginocchio che mi ha limitato ma ora sto bene e potrò dare il mio contributo per conquistare questa salvezza. Saponara? È un giocatore di grande qualità. Abbiamo avuto subito grande intesa, abbiamo scambiato il pallone e ci siamo divertiti”.

Giuseppe Nuzzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE