fbpx

Brexit. Adesso una stagione nuova per la UE

Senza categoria

LETTERA DA BRUXELLES

 Il 31 gennaio è stato l’ultimo giorno di permanenza del Regno Unito nell’Unione Europea. Adesso, fino al 31 dicembre, si aprirà una lunga e delicata fase di negoziati per concordare le future relazioni reciproche. 

di Brando Benifei, parlamentare europeo (S&D) 

Dovremo affrontare questo passaggio con la priorità di tutelare il bene dei nostri concittadini che vivono nel Regno Unito, di consolidare i nostri interessi commerciali e di costruire nuove relazioni positive e proficue con quello che diventerà, a tutti gli effetti, un Paese terzo.

Sono sincero nel dire che è stato un passaggio che ha suscitato, in me e in chiunque si senta profondamente europeo, profonde emozioni e non poca amarezza.

La vicenda della Brexit impone alla nostra Unione l’esigenza non rimandabile di rifondarsi sui valori originali, di ricostruire una reale solidarietà e unità tra Stati Membri e di fare passi avanti concreti su una vera riforma federalista della UE e sulla revisione dei meccanismi democratici e del funzionamento delle istituzioni comunitarie.

Come ho avuto modo di dire durante la sessione plenaria del 29 gennaio, per molti aspetti commovente, l’ultima a cui hanno partecipato gli Europarlamentari britannici, credo che si tratti di un arrivederci più che di un addio, perché nessun nazionalismo ed estremismo potrà negare la storia e i valori profondi che uniscono i nostri popoli, destinati a camminare uniti.

In quell’intervento io ho voluto ringraziare i colleghi del Regno Unito per il lavoro fatto insieme e, in particolare, i compagni laburisti per avere lottato insieme a noi, in questi anni, “per il pane e per le rose”, come recita un famoso slogan del movimento dei lavoratori e delle donne inglesi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE