fbpx

Salvini a Taranto: “Dopo Vendola, dopo Emiliano, questa terra merita di più”

Politica

Il leader della Lega, Matteo Salvini, è approdato a Taranto per presentare il suo programma e le sue idee per la Puglia, e proporre il candidato di destra a presidente in vista delle elezioni regionali 

Monica Montanaro

Per il suo tour elettorale il segretario della Lega Matteo Salvini ha fatto tappa in Puglia, e precisamente nella città di Taranto. Il prossimo turno  delle elezioni regionali interesserà proprio la terra di Puglia e l’ex ministro dell’Interno è venuto nel sud d’Italia per promuovere il candidato presidente del centrodestra per governare la Regione Puglia. “Il candidato del centrodestra in Puglia? A me interessa una squadra vincente, non il nome o il cognome che avremo comunque entro fine febbraio. Non faccio commento su nomi e cognomi. C’è bisogno di una squadra concreta, con volti nuovi, perché i pugliesi mi chiedono di guardare avanti e non indietro, che cancelli il nulla di Emiliano”, ha dichiarato con il leader leghista con la sua consueta franchezza e determinazione.

Nel comunicato stampa dinanzi alla platea dei giornalisti, Salvini non ha mai menzionato Raffaele Fitto, il nome scelto da Fratelli d’Italia, come potenziale candidato alla presidenza della Regione. Ma, invece, ha disquisito sui suoi propositi e sul programma della Lega da voler realizzare in Puglia. “Ho un’idea di Puglia bella, ricca, sicura. Per la sanità evidentemente si può far di meglio. Poi, se i pugliesi saranno contenti di quello che ha fatto Emiliano col Pd continueranno a votare il Pd. La Lega non ha mai governato in Regione Puglia, è la prima volta che ci presentiamo per entrare alla Regione. Non abbiamo in questo momento nemmeno un consigliere regionale qui e quindi se uno vuole provare il cambiamento la Lega è pronta”, è l’obiettivo e l’auspicio di Matteo Salvini per la regione a tacco d’Italia.

Per quanto riguarda la scelta del candidato da proporre per le regionali pugliesi, il segretario del Carroccio ha puntualizzato senza dubbi: “Non ho titoli io per andare a promuovere o bocciare qualcuno: per quello che riguarda i nomi e i cognomi dei candidati della squadra si tratta di avere qualche giorno di pazienza e poi ci arriviamo. L’importante sarà mandare a casa Emiliano che ne ha combinate di cotte e di crude”.

“Da segretario del primo partito italiano potrei fare due scelte: o voler mettere le bandierine della Lega dappertutto e quindi mi prendo la Puglia e Matera, come giocando a Risiko, oppure scelgo le persone migliori anche senza tessera di partito”, è quanto detto da Matteo Salvini in un comizio a Potenza. “Vado  Puglia a parlare di lavoro, infrastrutture e Xylella”, sono le priorità del programma politico del segretario della Lega.

“Ci stiamo preparando a mandare a casa Emiliano  e la squadra viene prima di tutto. Un uomo solo, una donna sola. Non bastano. Serve una squadra forte con le idee chiare perché dopo Vendola, dopo Emiliano, questa terra merita di più”. E’ la ricetta della Lega presentata dal suo leader Matteo Salvini per risollevare le sorti della Puglia, la terra degli ulivi e del sole. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE