fbpx

Luciano Bentenuto Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo

Abruzzo

Nel n. 1 del 2020 della rivista canadese LA VOCE, che da 38 anni esce a Montreal (diffusa in tutto il Canada e nelle Camere di Commercio italiane degli Stati Uniti), è stata dedicata a Luciano Bentenuto, di origine abruzzese, la copertina e uno speciale di 6 pagine, con molte immagini a corredo. Il direttore ed editore Arturo Tridico ha chiesto a me, collaboratore della testata, di scrivere l’articolo, che è stato tradotto e pubblicato anche in inglese e francese. Luciano Bentenuto, direttore generale dei Servizi di sicurezza di tutte le Magistrature e le Corti federali del Canada, nella sua prestigiosa carriera ha fatto e fa tante altre cose. Anche la terra d’origine dei suoi genitori gli ha riservato riconoscimenti, cito solo l’onorificenza di Ambasciatore d’Abruzzo nel Mondo conferita nel 2019 dal Consiglio Regionale. Con il consenso del direttore della rivista invio l’articolo, nel caso possa essere d’interesse. Può essere pubblicato liberamente, citando la fonte. 

Il 14 gennaio scorso ad Ottawa è stato anche eletto alla presidenza CIBPA 

di Goffredo Palmerini

Non gli era stato possibile essere presente il 30 agosto 2019 a Castel di Sangro (L’Aquila), quando il Consiglio Regionale aveva tenuto, nel teatro comunale di quella bella cittadina, la cerimonia ufficiale di conferimento della più alta onorificenza alle Personalità insignite del titolo di “Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo”. Ma il 13 novembre scorso Luciano Bentenuto è tornato in Abruzzo, la terra dei suoi genitori, per ricevere il prestigioso riconoscimento di Ambasciatore. Nella storia dell’onorificenza, dalla sua istituzione Luciano Bentenuto è il primo criminologo ad essere nominato come Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo. L’occasione gli è stata data dal Convegno “Educazione Civica e sociologia della devianza” svoltosi a Celano, nel quale è stato relatore. Proprio nel corso dell’evento il Consigliere regionale Simone Angelosante, insieme all’assessore alle politiche sociali del Comune di Celano, Piero Fioretti, e ad altre autorità, ha consegnato l’artistica targa in bronzo raffigurante il Guerriero di Capestrano e la Pergamena conferendo il riconoscimento di “Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo” a Luciano Bentenuto.

“Questo riconoscimento mi riempie d’orgoglio”, ha dichiarato Bentenuto non senza una punta di commozione. “E’ un premio che porterò a mio padre, che purtroppo oggi non può essere qui con noi perché è in ospedale. Ne sarà fiero ed orgoglioso, così come sono fiero ed orgoglioso del legame con la città di Celano e con l’Abruzzo che porto nel cuore”. Dopo il convegno il dr. Bentenuto ha raggiunto L’Aquila per far visita al Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo, Lorenzo Sospiri, nel magnifico Palazzo dell’Emiciclo, e successivamente il Presidente della Regione, Marco Marsilio, con i quali si è intrattenuto in incontri contrassegnati da cordialità e simpatia, ricevendo attestati di grande ammirazione e stima per l’onore e il prestigio che egli rende alla terra d’origine. Luciano Bentenuto è infatti un abruzzese di notevole prestigio in Canada, dove è direttore generale della Sicurezza in tutte le Corti di Giustizia di quell’immenso Paese, con un territorio grande quanto trenta volte l’Italia.

Con la consegna del riconoscimento di “Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo” a Luciano Bentenuto si completa la squadra dei premiati per l’anno 2019, che ha visto conferire la prestigiosa onorificenza ad insigni Personalità. Sono stati infatti insigniti, oltre a Bentenuto, Rosa Luisa DeLauro, deputato nel Congresso degli Stati Uniti d’America, Lina Palmerini, giornalista e Caposervizio del quotidiano Sole 24 ore, Claudio Micheloni, già Senatore della Repubblica per tre legislature eletto nella Circoscrizione estero, Goffredo Mancinelli, colonnello nella Nato e giudice del Tribunale militare di Roma, Leopoldo Gasbarro, giornalista e saggista, Filippo Frattaroli, chef e imprenditore a Boston. 

Luciano Bentenuto è stato “pioniere” in molti campi per gli italiani in Canada. Fu il primo italo-canadese a diventare Presidente dell’Associazione professionale dei criminologi per la provincia del Quebec; fu il primo membro dei Servizi di Polizia Penitenziare Federale e il primo italo-canadese ad essere distaccato presso il Criminal Intelligence Service canadese, per poi diventare il responsabile nazionale nelle indagini e nei processi alle bande criminali in Canada. Attualmente Bentenuto è il primo italiano canadese a diventare Capo dei Servizi di Sicurezza per delle Corti di Giustizia del Canada, responsabile della sicurezza di tutti i Palazzi di Giustizia federali, della protezione dei membri delle Magistrature federali e di tutto l’altro personale addetto. Ha rappresentato il Canada presso l’Organizzazione degli Stati delle Americhe come esperto in materia di criminalità organizzata transnazionale e al vertice del G8 per le questioni di sicurezza nazionale, compresa la radicalizzazione nelle carceri. Tutto questo mentre opera come volontario per Children Now, organizzazione senza scopo di lucro, per aiutare i bambini e ragazzi nel contrasto a fenomeni di bullismo, talvolta esercitato attraverso bande di minori. Per questo impegno solidale Bentenuto ha ricevuto un riconoscimento dal Consiglio di Amministrazione di Children Now, a motivo del lavoro svolto nella protezione dei diritti dei bambini e della loro sicurezza, con il contrasto al bullismo e alle baby gangs.

Luciano Bentenuto, 57 anni, è nato e vissuto a Montreal, ma da 7 anni risiede nella Capitale nazionale Ottawa a seguito del trasferimento dal Ministero della Sicurezza pubblica al Ministero della Giustizia per assumere la responsabilità di Direttore generale dei Servizi di Sicurezza di tutte le Corti della Magistratura canadese (Corti federali, Corti d’Appello federali, Corte d’Appello marziale e Corte fiscale del Canada), nella capitale e nelle 10 Province e 3 Territori che formano il Paese. Genitori entrambi abruzzesi, il padre Corrado è emigrato in Canada da Torre de’ Passeri e la madre, Concetta Di Vello, da San Valentino in Abruzzo Citeriore. Criminologo di professione, Bentenuto si è laureato all’Università di Ottawa dopo aver conseguito il diploma tecnico in polizia al John Abbott College.

Prima di ricoprire l’attuale prestigioso incarico di Direttore generale, Luciano Bentenuto è stato impegnato per oltre 28 anni nella lotta alla criminalità in Canada. Nell’Intelligence per molti anni e con ruoli di elevata responsabilità, Bentenuto ha condotto operazioni difficili e delicate in tutti gli scacchieri del mondo, con eccezionali risultati. Ha ricoperto la carica di vicedirettore presso la Divisione di sicurezza dipartimentale e Divisione dei Servizi d’intelligence. Durante questo periodo il dr. Bentenuto è stato responsabile della gestione delle emergenze, della pianificazione, della continuità operativa, del programma di sensibilizzazione alla sicurezza, delle operazioni d’intelligence, del programma di ricerca degli evasi internazionali, della protezione dei pentiti (membri di bande criminali e di organizzazioni terroristiche condannati in Canada), del programma antidroga nelle carceri e del programma nazionale di cinofilia.

Per il livello di eccellenza del servizio prestato il dr. Bentenuto è stato insignito dal Governatore generale del Canada della Medaglia esemplare – il più alto riconoscimento nel settore della Polizia penitenziaria federale – a motivo del suo eccezionale impegno per il migliorare i rapporti di lavoro in seno al sistema giudiziario penale, sia a livello nazionale e che internazionale. La Federazione Abruzzese di Toronto gli ha conferito un attestato di merito per il suo lavoro in seno al sistema giudiziario canadese. Numerosi poi i riconoscimenti anche in Abruzzo – tra i quali il Premio Dean Martin a Pescara, per il suo lavoro nella lotta alla criminalità, e nelle città di Celano, San Valentino e Torre de’ Passeri -, in Calabria e in altre regioni d’Italia. Persino in Ucraina è stato premiato per il suo valore professionale. Sono solo alcuni tra i numerosi attestati di merito conferitigli nel corso della sua carriera. 

Una straordinaria professionalità, quella del dr. Bentenuto, costruita nei 33 anni di servizio sul campo operativo e con una formazione continua nei diversi programmi di specializzazione, tra i quali: Gestione delle crisi, Negoziatore di ostaggi e investigazioni nazionali, Intelligence criminale, Testimone esperto della Sicurezza nazionale, Specialista su bande criminali organizzate. Infine, Luciano Bentenuto è stato recentemente eletto alla Presidenza della CIBPA (Canadian Italian Business and Professional Association), Chapter di Ottawa.

L’Associazione degli Imprenditori e Professionisti ital0-canadesi, costituita ad Ottawa nel 1961, è un sodalizio importante per la comunità italiana, operando in campo sociale, culturale e filantropico, ma anche a sostegno di opportunità economiche. Si è particolarmente distinta dal 1996 per sostenere la realizzazione di Villa Marconi e per le attività sociali, assistenziali e culturali che si realizzano in quel grande centro di accoglienza voluto dalla comunità italiana. La CIBPA di Ottawa è dunque un importante presidio per la valorizzazione dell’italianità, in campo sociale e culturale. L’elezione di Luciano Bentenuto sottolinea il prestigio e la stima che egli gode in seno alla nostra comunità, grazie anche alle spiccate sue doti di comunicatività, di empatia, di prorompente dinamismo e capacità di governo. Doti importanti per conseguire significativi risultati e l’associazione, sotto la guida di Bentenuto, non mancherà di cogliere altri successi come nella sua migliore tradizione.

Pubblicato sul n. 1/ 2020 della rivista canadese La Vocehttp://lavoce.ca/pdf/V28N1.pdf

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE