fbpx

Coronavirus, Gualtieri: sostegno a famiglie e imprese

Benessere & Medicina

“Nel cdm la bozza di decreto legge con le prime misure urgenti per sostenere le famiglie, i lavoratori, le imprese più colpiti dall’emergenza del coronavirus e dal suo impatto sull’economia. È un primo segnale concreto di sostegno a cui ne seguirà un altro, stiamo lavorando a un secondo decreto con ulteriori misure la prossima settimana”. Lo afferma il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, illustrando le misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza Coronavirus.

“Con questo decreto – spiega il ministro – completiamo la sospensione di tutti i tributi e gli adempimenti, delle bollette per gli 11 comuni più colpiti dal virus, la cosiddetta zona rossa; potenziamo gli strumenti di cassa integrazione e sostegno al reddito per i lavoratori sia dipendenti che autonomi degli 11 comuni e anche delle tre regioni più colpite; diamo un primo sostegno al settore del turismo in tutto il Paese attraverso una sospensione del pagamento dei contributi previdenziali e delle ritenute fiscali per tutte le imprese del settore; agevoliamo l’accesso al fondo di garanzia per le piccole imprese per garantire più liquidità alle imprese in difficoltà; stanziamo delle risorse per il sostegno all’export e introduciamo una serie di altre misure”. “Il paese deve affrontare questa crisi con determinazione, con unità, con serietà e anche con fiducia: il Paese può andare avanti e l’economia può e deve ripartire ed essere sostenuta” aggiunge il ministro dell’Economia, che poi precisa: la sospensione delle cartelle è “fino al 30 aprile ed è naturalmente limitata per gli 11 comuni, anche se c’è un provvedimento importante per una filiera produttiva che è stata particolarmente colpita. È del tutto evidente che una sospensione integrale di tutti i pagamenti fiscali in tutta Italia non è un’idea saggia e utile, noi ci concentriamo sulle cose serie e che hanno un impatto proporzionato agli effetti economici del virus”.

Il riferimento è alle proposte della Lega, il cui leader Matteo Salvini boccia così le misure del Carroccio: “Dopo una settimana di caos da Coronavirus, dal governo solo briciole per famiglie e imprese italiane. Lo stop alle cartelle esattoriali, ai versamenti e agli adempimenti fiscali e burocratici deve essere esteso a tutta Italia, non solo a qualche decina di Comuni. Sveglia!”. Critica anche Forza Italia con Mariastella Gelmini, capogruppo alla Camera: “Prime misure economiche del governo per emergenza #Coronavirus sono inadeguate e interessano, per lo più, solo la ‘zona rossa’. Il resto del Paese viene ignorato e non riceve le attese risposte. Forza Italia è pronta a stravolgere, con le sue proposte, questo decreto in Parlamento”.

Leonarda Manna |


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE