fbpx

Elezioni in Israele

Estero

Elezioni in Israele ,l’Unione internazionale Arabi del 48 ,un passo avanti storico della lista araba unitaria, votata anche da numerosi ebrei a Tel Aviv ,Haifa e Gerusalemme 

Foad Aodi :Adesso un Governo con la lista unitaria ,urge ascoltare le proposte e  le richieste degli arabi del 48,sia musulmani che cristiani  che vivono in Israele nel rispetto della democrazia

Cosi ,l’Unione Internazionale Arabi del 48 (U.I Arabi 48) e la Comunità del mondo Arabo in Italia (Co-mai) commentano con soddisfazione il risultato che sta ottenendo la lista araba unitaria guidata da Ayman Odeh che ha preso un seggio in più rispetto alle ultime elezioni, raggiungendo 15 seggi, eleggendo donne e uomini, arabi musulmani e cristiani delle varie città palestinesi in Israele e classificandosi terzo partito dopo il Likud e l’alleanza Blu e bianco.

“Adesso chiediamo più dialogo e rispetto  per gli arabi del 48, come vengono chiamati spesso, che sono palestinesi  rimasti in Israele dopo la nascita dello stato israeliano .  Bisogna mettere in agenda da subito un confronto costruttivo, senza muri e pregiudizi ,dare alla rappresentanza della lista unitaria guidata da Ayman Odeh ,il peso che merita e che ha conquistato con voti e rispetto anche da numerosi ebrei nelle varie città. Tra queste, grandi e piccole città, ricordiamo Tel Aviv ,Haifa e Gerusalemme le quali  credono che il dialogo e l’unica soluzione per garantire la sicurezza di tutti e la pace duratura, combattendo insieme l’antisemitismo ,l’islamofobia e il razzismo religioso cieco”- dichiara il Fondatore della Co-mai e di U.I arabi 48 Prof.Foad Aodi, medico palestinese nato a Jaljulia 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE