fbpx

In Italia i contagiati sono 7.375, record di casi in 24 ore

Cronaca

Dall’inizio dell’emergenza sono morte 366 persone, 622 sono guarite. Il 72% dei decessi è avvenuto in Lombardia 

coronavirus contagi misure governo
MOMENTI CHIAVE
  • Forti restrizioni in tutta la Lombardia e in 14 province
  • Conte: “Non chiamatele zone rosse”
  • 1.145 nuovi contagi. Ieri sono stati 620 
  • Zingaretti è positivo al coronavirus
  • In Italia ufficiale lo slittamento dopo maggio dei processi per i reati meno gravi
  • Rinforzo straordinario degli ospedali tra medici, paramedici e operatori sanitari: 20 mila assunti

Sono 7.375 i casi totali di coronavirus nel nostro Paese. Lo ha detto il commissario all’emergenza Angelo Borrelli. Oggi si registra un aumento record di 1.492 casi in sole 24 ore. 6.387 sono le persone attualmente positive, 622 i guariti, 366 i decessi. Di questi, 267 sono nella sola Lombardia, pari al 72,9% del totale. Altri 56 decessi sono avvenuti in Emilia Romagna e 18 in Veneto. Altre 6 Regioni contano tra 1 e 7 deceduti ciascuna. Questi i dati distribuiti dalla Protezione Civile.

Nella notte il governo ha reso tutta la Lombardia e altre 14 province ‘zona rossa’. Nel decreto illustrato a tarda notte dal premier, Giuseppe Conte, vengono vietati l’ingresso e l’uscita, e sono previste ulteriori restrizioni, dalla Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti, Alessandria, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli. 

L’Italia è il secondo Paese al mondo per numero di contagi

L’Italia con 7.375 persone contagiate dal nuovo coronavirus è il secondo Paese per numero di contagiati dopo la Cina. Con i dati di oggi è stata superata la Corea del Sud che registra 7.313 casi. Sul dato, però, incide anche lo scarto di fuso orario (adesso in Corea è piena notte).

Ordinanza Lazio, chiuse piscine e palestre, a casa chi viene da zone rosse

“E’ stata firmata l’ordinanza in merito alle ‘Misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019’. L’ordinanza impone a tutte le persone che abbiano fatto, stanno o faranno ingresso nella Regione Lazio dalle ‘zone rosse’, di comunicare tale circostanza al numero verde 800.118.800 che si coordina con il dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria territorialmente competente in raccordo con il medico di medicina generale (MMG) o il pediatra di libera scelta (PLS).

L’ordinanza impone di osservare la permanenza domiciliare, il divieto di spostamenti e viaggi e di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza fino alla valutazione a cura del dipartimento di prevenzione. È disposta inoltre la sospensione delle attività fino a nuove disposizioni di piscine, palestre e centri benessere. L’ordinanza è emessa nel rispetto dei ruoli istituzionali”. Lo dichiarano in una nota congiunta l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato ed il vicepresidente, Daniele Leodori.

Sesto decesso in Piemonte

È deceduto questo pomeriggio all’ospedale di Alessandria un paziente di 75 anni, per arresto cardiorespiratorio. L’uomo era ricoverato da alcuni giorni presso il reparto di malattie infettive con un quadro clinico pregresso definito dai medici fortemente compromesso ed era risultato positivo al test sul COVID-19. Si tratta sesto caso di Piemonte di persona deceduta positiva al virus.

L’esercito Usa blocca gli spostamenti delle truppe in Italia

L’esercito americano ha bloccato per almeno 60 giorni lo spostamento delle truppe Usa e dei loro familiari in Italia, sia in arrivo e sia in partenza. In un video messaggio pubblicato su Facebook e registrato dalla caserma Ederle, a Vicenza, il comandante della base Dan Vogel, ha spiegato che lo stop ha “effetto immediato” e che riguarda sia personale militare e sia civile. Sospesi anche tutti i corsi di formazione militare negli Usa di personale proveniente dall’Italia se inferiori ai 6 mesi. Se invece il programma previsto ha una durata superiore ai sei mesi, è stato spiegato, si partirà con 14 giorni di anticipo che saranno trascorsi negli Usa in quarantena. “La nostra priorità è protezione dei nostri militari, civili e dei nostri vicini italiani dal Covid-19”, ha dichiarato il generale Roger Cloutier. Un militare americano di stanza nella base navale di Napoli e’ risultato positivo al coronavirus.

Il capo di Stato maggiore dell’Esercito è positivo al coronavirus

Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Salvatore Farina, è risultato positivo al coronavirus. E’ lui stesso a renderlo noto. “Oggi mi sono sottoposto al test di Coronavirus, risultando positivo – spiega – Sto bene, sono in isolamento nel mio alloggio, nel rispetto delle direttive emanate dalle autorità governative e dei protocolli sanitari previsti; in base ai quali stiamo procedendo a verificare i contatti avuti negli ultimi giorni. Continuerò a svolgere le mie funzioni e verrò sostituito, per le attività alle quali non posso prendere parte, dal generale Bonato. Porgo un caloroso saluto e un sentito ringraziamento alle donne e agli uomini dell’Esercito che operano per fronteggiare questa emergenza nei settori operativi, logistico e della sanità”.

Disposto il tampone per l’intera giunta del Piemonte

A seguito del riscontro della positività al “coronavirus covid19” del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha disposto il covid-test su tutti i componenti della Giunta regionale e sullo staff del presidente. Il responsabile dell’Unita’ di crisi, Mario Raviolo, ha osservato che in linea generale il “tampone” viene eseguito prioritariamente su ammalati sintomatici, personale sanitario sintomatico e personale sanitario esposto al contagio. L’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, asintomatico, lascerà passare qualche ora prima di effettuare il test, in modo da aumentarne l’attendibilità. Fino al momento del responso, lui e il suo staff non accederanno all’Unità di crisi per evitarne eventuali compromissioni. “Sono pienamente operativo – dichiara l’assessore Icardi – e mantengo costantemente il contatto con il presidente Cirio e l’Unità di crisi. Stiamo mettendo in campo tutti gli strumenti per affrontare l’emergenza sanitaria, dalla riorganizzazione degli ospedali, all’assunzione di medici, infermieri e operatori socio-sanitari, all’acquisto di apparecchiature e dispositivi di sicurezza per gli ospedali. L’impennata nella diffusione del contagio non ci coglie di sorpresa e faremo fino in fondo la nostra parte per affrontarla”. “Insieme ce la faremo”

Trenitalia: “Traffico regolare su tutta la rete”

È ancora regolare la circolazione ferroviaria sull’intera rete. Non sono sopraggiunte variazioni al servizio dopo l’emanazione del decreto del presidente del Consiglio che dispone nuove limitazioni per la regione Lombardia e 14 province, che però non fa riferimento alcuno alla limitazione dei trasporti. I canali web di Trenitalia precisano che “in questo momento il traffico è regolare su tutta la rete”.

14:27

Wizzair sospende i voli con Milano, Bergamo e Treviso

La compagnia ungherese Wizzair ha sospeso tutti i voli con gli aeroporti del nord Italia, nelle zone sottoposte a restrizioni per limitare la diffusione del nuovo coronvirus. Fino al 3 aprile, non vola più su Milano, Bergamo e Treviso.

Medico di Latina denunciato per procurato allarme

Un medico della provincia di Latina è stato denunciato per procurato allarme per aver diffuso messaggi vocali attraverso whatsapp con i quali parlava falsi casi di positività di persone al Covid-19. I messaggi sono diventati subito virali tanto da allarmare la popolazione proprio perché provenivano da un medico. Da qui le indagini e la denuncia degli uomini dell’Arma. 

Kurz annuncia controlli alla frontiera tra Austria e Italia

“Inizieremo i controlli sanitari alla frontiera con l’Italia per disincentivare il più possibile che italiani vengano da noi e che austriaci si rechino in Italia, solo cosi’ si può ridurre il rischio di contagi. L’Italia sarà colpita molto duramente, ma anche l’Austria non resterà senza conseguenze”. Lo ha detto il cancelliere austriaco Sebastian Kurz alla televisione di Stato austrica Orf parlando dell’emergenza su scala mondiale legala al Coronavirus. “Dobbiamo evitare che vi sia una rapida diffusione del Coronavirus contemporaneamente all’influenza – ha aggiunto Kurz -. Non ci sarà solo una restrizione del traffico aereo con l’Italia ma dovremo anche valutare ogni giorno quali misure prendere”. Il cancelliere Kurz non esclude la chiusura temporanea di scuole, asili e università, nonché la limitazione di eventi importanti.

Il decreto annunciato nella notte è entrato in vigore

È stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale il decreto del presidente del consiglio dei ministri firmato la notte scorsa. Entrano in vigore ufficialmente le ultime misure decise dal governo per contrastare la diffusione del coronavirus. 

L’Oms loda le iniziative dell’Italia

“Il governo, il popolo italiano stanno intraprendendo azioni decise e coraggiose con l’obiettivo di rallentare la diffusione del coronavirus e proteggere il loro Paese e il mondo. Stanno fronteggiando sacrifici notevoli”. Lo ha scritto in un tweet il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, twittando per la seconda volta in pochi giorni in italiano. “L’Oms riconferma la propria solidarietà e il supporto all’Italia”, ha aggiunto. Questa mattina in un colloquio telefonico con e il direttore dell’Oms Europa, Hans Kluge, il ministro della Salute, Roberto Speranza ha illustratole misure restrittive adottate dal governo. In un tweet il direttore dell’Oms in Europa ha dichiarato il pieno sostegno ai provvedimenti presi dall’Italia: “L’Italia ha preso una decisione coraggiosa – scrive Kluge – per contenere e mitigare il rischio di Covid 19 per la sua popolazione. Oms supporta pienamente l’impegno del governo statale e regionale, il popolo italiano, tutti i dottori, gli infermieri e lo staff sanitario in prima linea. Uniti con l’Italia. 

Sala ai milanesi: obbedite alle regole

“Cominciamo dalla sostanza. Dobbiamo cambiare le nostre abitudini di vita, dobbiamo evitare il più possibile contatti non strettamente necessari” ha scritto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in un post su Facebook invita a seguire le norme restrittive previste nel decreto varato ieri per la Lombardia e 11 province. “E ve lo dice uno che in queste settimane ha sempre sostenuto che le regole vanno applicate e non discusse, ma che ha anche cercato di mantenere alta la speranza e la volontà di non fermarsi di fronte alle difficoltà. Per cui il mio invito, semplicemente, è di stare in casa il più possibile”, aggiunge il primo cittadino.

Il presidente della regione Piemonte positivo al coronavirus

Il presidente del Piemonte Alberto Cirio è risultato positivo al test del coronavirus. “Nelle scorse ore, come fatto a scopo precauzionale anche da altri colleghi governatori presenti a Roma il 4 marzo per l’incontro a Palazzo Chigi – fanno sapere dall’entourage del governatore – Cirio ha effettuato il test per il coronavirus e il risultato è purtroppo positivo. Le sue condizioni di salute sono buone e il presidente ha già attivato tutte le procedure previste per le verifiche e la messa in sicurezza delle persone a lui più vicine, a cominciare dalla Giunta, lo staff e i colleghi, le persone con cui è stato a contatto di recente e naturalmente la sua famiglia. 

La Polizia ferroviaria studia come far rispettare il decreto

Riunione della Polizia Ferroviaria a Milano Centrale per l’attuazione del decreto che ha deve circondare l’intera Lombardia e 14 province da una sorta di cordone sanitario. La Polfer si prepara al pattugliamento delle stazioni e ai controlli per evitare uscite dalla regione non previste dalla norma, sebbene al momento non siano state ancora date disposizioni precise in merito, che arriveranno in giornata.

Assalto ai treni verso il sud

In una Stazione Termini insolitamente deserta, i treni diretti a sud sono letteralmente presi d’assalto. Se le banchine risultano vuote, quella dove si ferma il treno delle 8.58 diretto a Reggio Calabria è gremito di passeggeri. Per lo più, persone che nelle ore precedenti, per la paura dello stop ai trasporti, hanno preso un treno da una delle zone rosse decretate dal governo e ora cercano di raggiungere casa. Nel timore che la situazione possa peggiorare nei prossimi giorni, con un ulteriore allargamento della zona rossa, al binario si contano anche diversi studenti fuori sede di Roma, che prima della paralisi totale preferiscono raggiungere le proprie famiglie.

Santelli ai calabresi: “non mettetevi in viaggio”

“Il Governo blocchi l’esodo verso la Calabria che rischia di innescare una bomba emergenziale”. Lo scrive il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. “Cari calabresi, è una follia. La diffusione della bozza di decreto sulla nuova zona rossa” esordisce Santelli “sta portando a un vero esodo verso il sud, ed in particolare verso la Calabria. Siamo preoccupati e a lavoro senza sosta per preservare la nostra terra da chi non ha ben compreso la gravita’ del rientro senza controllo. Ritornare dal Nord in modo incontrollato mette in pericolo la nostra terra e gli affetti di tutti. Non fatelo. Fermatevi!”

L’appello di Emiliano ai pugliesi, “restate al nord”

“Il Governo blocchi l’esodo verso la Calabria che rischia di innescare una bomba emergenziale”. Lo scrive il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. “Cari calabresi, è una follia. La diffusione della bozza di decreto sulla nuova zona rossa – esordisce Santelli – sta portando a un vero esodo verso il sud, ed in particolare verso la Calabria. Siamo preoccupati e a lavoro senza sosta per preservare la nostra terra da chi non ha ben compreso la gravità del rientro senza controllo. Ritornare dal Nord in modo incontrollato mette in pericolo la nostra terra e gli affetti di tutti. Non fatelo. Fermatevi!

L’appello di Emiliano ai pugliesi, “restate al nord”

“Vi parlo come se foste i miei figli, i miei fratelli, i miei nipoti: Fermatevi e tornate indietro”. Comincia così il post Facebook con il quale il governatore Michele Emiliano annuncia di avere firmato nella notte “l’ordinanza per obbligare alla quarantena chi arriva in Puglia dalla Lombardia e dalle 11 province del nord”.

Conte, sacrifici non furbizie. Tutelare la salute dei nonni

“Ci rendiamo conto che tutte queste misure creeranno disagio, imporranno dei sacrifici, a volte piccoli, a volta molto grandi. Però questo è il momento dell’autoresponsabilità. Dobbiamo capire che tutti dobbiamo aderire e non dobbiamo contrastare queste misure. Non dobbiamo pensare di essere furbi” ha detto Giuseppe Conte, “Dobbiamo tutelare la nostra salute e quella dei nostri cari, dei nostri genitori, ma soprattutto la salute dei nostri nonni. Perché abbiamo scoperto che sono soprattutto loro, le persone piu’ anziane, che sono esposte alle insidie di questo virus”. 

Conte: ci assumiamo le responsabilità politiche

 “Ci assumiamo tutta la responsabilità politica delle decisioni” ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Palazzo Chigi, a proposito delle misure sull’emergenza Coronavirus. 

  • 03:15

    Assalto alle stazioni di Milano

    La notizia di un eventuale chiusura della Lombardia, con isolamento dei mezzi di trasporto, ha spinto centinaia di persone a cercare il primo treno utile per tornare verso casa Lontano da Milano. Una fuga dalla Lombardia che è andata in scena tra le 22 e la mezzanotte dopo le prime indiscrezioni sul decreto che stabiliva l’intera Regione come zona Rossa.

    Per questa ragione sia la Stazione Centrale che quella di Porta Garibaldi fino alle mezzanotte, ora utile per i treni in partenza da Milano soprattutto in direzione Roma e il Sud Italia, hanno visto centinaia di persone accalcarsi per lasciare il capoluogo. A mezzanotte la Polfer ha confermato che non ci sono stati disagi e che sui binari non si sono verificati problemi.

Allarme in Puglia per l’esodo dal nord

È allarme in Puglia per l’ondata di settentrionali che si sta riversando nella regione in seguito alla chiusura di scuole e uffici per il coronavirus. Da quando poi è filtrata la bozza del decreto sulla chiusura di quasi tutta la Lombardia e 11 province “stiamo passando dall’allarme al panico”, ha detto all’AGI un medico di Bari, non solo tra la gente ma anche tra gli addetti alla Sanità. La fuga in massa dalla zona rossa, ha avvertito, farà diffondere il virus a ritmi esponenziali.

Conte: “Chi ha diffuso la bozza del decreto non ha fatto il bene del Paese”

“Si è creato allarme, molta confusione e incertezza e non ce lo possiamo permettere, soprattutto nell’affrontare questa emergenza. Ecco perché chi ha pensato di lasciare diffondere questo testo, tra l’altro non nella versione definitiva, perché vedrete che in quella versione, con la mia firma, reca alcune variazioni rispetto al testo che è stato anticipato, non ha fatto del bene ai cittadini” ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rispondendo alle domanda della cronista in sala stampa a Palazzo Chigi.

In Usa 400 contagi

Sono saliti ad almeno 400 i casi di coronavirus negli Stati Uniti. Lo hanno reso noto i Centers for Disease Contron and Prevention (Cdc), precisando che 49 contatagi riguardano rimpatriati da Wuhan, in Cina, città epicentro dell’epidemia e 46 dalla nave da crociera Diamon Princess che era stata messa in quarantena in Giappone. Altri 21 contagiati sono a bordo della Grand Princess, a largo di San Francisco.

Bonaccini, il governo ci pensi meglio

“Talune” delle misure contenute nei due Dpcm ricevuti dal presidente della Regione Emilia-Romagna “prefigurano agli occhi di molti la possibile introduzione di una grande ‘zona rossa’, estesa dalla Lombardia a diverse province dell’Emilia-Romagna, del Veneto, del Piemonte e delle Marche”. “Non è propriamente così, ma alcune parti del provvedimento possono risultare di dubbia interpretazione e domani di difficile applicazione”, sottolinea ancora, su Facebook, Stefano Bonaccini.
“C’è addirittura chi ci sta chiedendo se lunedì potrà recarsi o meno al lavoro o se verrà introdotto il fermo produttivo”, rileva ancora.

Critico Fontana: “Provvedimento pasticciato”

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, boccia la bozza di decreto alla quale il governo sta lavorando per trasformare tutta la regione e 11 province di Piemonte, Veneto, Emilia e Marche in zona rossa. “La bozza del provvedimento del Governo – che ho ricevuto solo in serata – sembra andare nella direzione del contenimento della diffusione del virus, invitando – con misure più incisive – i cittadini alla prudenza”.

“Ciò detto – ha continuato – non posso non evidenziare che la bozza del Decreto del presidente del Consiglio è, a dir poco, ‘pasticciata’ e necessita da parte del Governo di chiarimenti per consentire ai cittadini di capire cosa si può fare o meno”. “La confusione è evidenziata anche dalle moltissime chiamate che stanno giungendo al mio telefono e a quello di chi da giorni è al mio fianco per affrontare questa emergenza”

Tutta la Lombardia e 11 province diventano zona rossa

Il governo si prepara a rendere tutta la Lombardia e altre 11 province ‘zona rossa’. In una bozza di decreto su cui si sta lavorando, vengono vietati l’ingresso e l’uscita, e sono previste ulteriori restrizioni, dalla Lombardia e dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti e Alessandria.

Si adotta tra l’altro la misura di “evitare in modo assoluto ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori, nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da indifferibili esigenze lavorative o situazioni di emergenza”. Le misure alle quali si sta lavorando scatteranno dall’8 marzo e saranno in vigore sino al 3 aprile. 

In Usa 312 casi. Stop ai treni New York-Washington

Un tassista è l’ultimo caso a New York di paziente risultato contagiato dal coronavirus. Salgono a 312 i casi in tutto il Paese, mentre i decessi sono arrivati a 17. Amtrak ha cancellato i collegamenti ferroviari tra New York e Washington a causa dell’assenza di viaggiatori. Lo stop sarà fino al 26 maggio.

Le partite di calcio potrebbero essere trasmesse in chiaro

“C’è una nuova possibilità per le partite in chiaro. Oggi ho avuto vari contatti telefonici con i vertici del calcio e le reti televisive e l’Agcom, perché continuo a pensare che in questo momento sia importante offrire uno svago ai cittadini in casa propria”. Lo ha detto il ministro per le Politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora.
“C’è – spiega ancora – una soluzione possibile, sulla quale aspettiamo le valutazioni della Lega Serie A. Per questo motivo ho scritto di nuovo al presidente Dal Pino”. “Attendiamo risposta”, conclude.

Il presidente della Regione Siciliana si è messo in isolamento volontario

Il presidente della regione siciliana, Nello Musumeci, ha attuato l’isolamento volontario a seguito dei contatti avuti con il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, positivo al coronavirus. Mercoledì pomeriggio, infatti, Musumeci è stato seduto accanto a Zingaretti, durante il vertice sul Coronavirus tenutosi a Roma, a Palazzo Chigi. Il presidente Musumeci non ha alcun sintomo ed è in ottima salute, ma ha deciso di rimanere in isolamento volontario a casa propria. Dovrà controllare la temperatura corporea due volte al giorno ed effettuare un tampone mercoledì prossimo.

In Francia quasi mille contagi e 16 morti

Sono aumentati a 949 i casi di coronavirus in Francia. Lo ha reso noto il direttore della sanità francese Jerome Salomon durante il punto stampa quotidiano, precisando che 45 contagiati si trovano in rianimazione. Il bilancio dei morti è salito a 16.

Italia terzo Paese per numero di contagi

Dopo la Cina e la Corea del Sud, l’Italia è ormai il terzo focolaio dell’epidemia di nuovo coronavirus, per numero di contagi. Se infatti la Cina conta oggi 80.652 casi e la Corea del Sud 7.041, l’Italia è al terzo posto, con 5.883, davanti all’Iran, con 5823.
Per numero di morti, invece l’Italia è il Paese più colpito dopo la Cina. Se infatti in Cina ci sono stati 3.070 decessi, in Italia ce ne sono stati 233 e in Iran 145.

Quasi 800 contagi in Germania

La Germania registra un nuovo imponente balzo dei casi di contagio da coronavirus in una sola giornata: il Robert Koch Institut, il maggiore centro epidemiologico tedesco, informa che il numero è cresciuto a 795. Stamattina i contagi segnalati erano ancora 684.

Sono 567 le persone in terapia intensiva. Il 63% in Lombardia

Sono 567 i pazienti attualmente in terapia intensiva con coronavirus su un totale di 2.651 ricoverati. Ieri erano 461 le persone che si trovavano in quel tipo di reparti. La maggior parte delle terapie intensive, 359, sono in Lombardia pari al 63% del totale.

Sui bus di Roma non si potrà salire dalla porta anteriore

Da lunedì non sarà più possibile salire dalla porta anteriore dell’autobus. Lo ha stabilito l’Atac nell’ambito delle misure di prevenzione contro il coronavirus. Il personale di guida, salvo casi di emergenza, non aprirà la porta anteriore delle vetture per le quali non è disponibile l’accesso separato alla cabina guida. Sarà consentito l’utilizzo della porta centrale e/o posteriore. La misura rimarrà operativa fino al termine dell’emergenza sanitaria

Si sta sanificando il Tribunale di Milano

Si sta sanificando il Palazzo di Giustizia di Milano, decisa dalla Prefettura dopo che tre magistrati sono risultati positivi al tampone del coronavirus. L’attività di bonifica, che riguarda ogni angolo del maestoso palazzo di epoca fascista, proseguirà anche domani. Per dare spazio agli addetti all’intervento, il tribunale resta chiuso per due giorni. 

In quarantena volontaria anche il sindaco di Firenze

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella in quarantena volontaria domiciliare. Lo annuncia lo stesso sindaco in un videomessaggio ai cittadini su Instagram in cui spiega che sta bene e di aver preso la decisione di sottoporsi alla quarantena avendo recentemente incontrato il segretario del Pd Nicola Zingaretti, risultato positivo al coronavirus.

Rinviata la fiera Book Pride a Milano

La sesta edizione di Book Pride, la Fiera Nazionale dell’editoria indipendente che si svolge a Milano,”è stata rimandata a causa dell’evolversi della situazione relativa alla diffusione del coronavirus e delle recenti disposizioni ministeriali”. Lo comunicano gli organizzatori sul sito della manifestazione che era in programma alla Fabbrica del Vapore di Milano da venerdì 17 a domenica 19 aprile 2020. 

Musumeci non vuole i passeggeri della nave Opera a Messina

“Valutare se impedire lo sbarco a Messina dei 2.250 passeggeri della nave da crociera Opera della Msc, per contenere il diffondersi del Coronavirus”. Lo ha chiesto, all’Unità di crisi nazionale, la Protezione civile della presidenza della Regione Siciliana, su disposizione del presidente, Nello Musumeci. L’imbarcazione, già rifiutata da Malta, è appena approdata nella città dello Stretto. “Non conoscendo la situazione sanitaria a bordo – sottolinea Musumeci – bisogna garantire utili misure sanitarie”.

Cina, crolla hotel usato per quarantena; feriti

Un hotel a Quanzhou, nell’Est della Cina, usato come struttura di quarantena per i contagiati dal nuovo coronavirus è crollato. Secondo quanto riporta China Daily, una settantina di persone sono intrappolate sotto la macerie. Sono 23 quelle finora estratte vive. I soccorritori sono al lavoro per recuperare altri superstiti. 

Primo decesso in Friuli-Venezia Giulia, muore donna 87 anni

La donna di 87 anni ospite di una struttura comunale per anziani di Trieste ricoverata d’urgenza al Pronto soccorso di Cattinara è deceduta questa mattina. La paziente è risultata positiva al tampone per Covid-19 (Coronavirus) durante un approfondimento diagnostico che si è reso necessario. Lo rende noto la Regione per voce del vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi.

Il personale dell’azienda sanitaria, pur adottando tutte le forme precauzionali con i dispositivi di protezione individuale come previsti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri sia durante il soccorso, il ricovero in ospedale, ha messo in isolamento domiciliare in forma precauzionale 15 operatori sanitari che sono venuti a contatto con la signora. Il dipartimento di prevenzione si è tempestivamente attivato per la sorveglianza sanitaria degli ospiti della casa di riposo. 

32 italiani a bordo Grand Princess, stanno tutti bene

Ci sono 32 italiani a bordo della Grand Princess (31 membri dell’equipaggio e un passeggero) e stanno tutti bene. Lo riferiscono fonti informate. La nave da crociera bloccata a largo di San Francisco ha 3500 persone a bordo appartenenti a una cinquantina di Paesi diversi: delle 46 sottoposte a test, 21 sono risultate positive al coronavirus. Ora la nave è in quarantena al largo della costa californiana. 

Papa Francesco in streaming domani e mercoledì

Angelus e udienza generale in streaming per Papa Francesco di fronte all’emergenza coronavirus. Lo fa sapere la Santa Sede.

Contagiato un militare americano in una base a Napoli

Un militare americano presso la base della marina degli Stati Uniti a Napoli risulta contagiato dal nuovo coronavirus della polmonite. Ne dà notizia su Twitter il comando Navale Usa in Europa.

Spallanzani, verso dimissioni per la coppia cinese

Lo Spallanzani sta valutando le dimissioni dei coniugi cinesi – ormai guariti – per la prossima settimana. È quanto si apprende da fonti ospedaliere. Le stesse fonti rendono inoltre noto che stanno migliorando le condizioni cliniche dell’agente di polizia ricoverato in terapia intensiva.

Primo caso a Malta, una 12enne italiana

Malta ha confermato il suo primo caso positivo di nuovo coronavirus: si tratta di un’italiana di 12 anni, arrivata martedì da Roma. Lo ha reso noto il ministro della Salute, Chris Fearne. L’adolescente era in isolamento da giovedì, quando sono comparsi i primi sintomi. La giovane, con la sorella e i genitori sono stati ricoverati in ospedale in un’unita’ di isolamento.

Le autorità sanitarie maltesi stanno ora cercando di tracciare il percorso dell’adolescente e della sua famiglia e di trovare le persone con cui sono stati in contatto dal loro arrivo sull’isola

Atteso nuovo Dpcm, si valuta l’estensione delle zone rosse

È atteso per oggi un nuovo Dpcm con le misure per fronteggiare il contagio da coronavirus. All’attenzione, viene spiegato, sia le misure di prevenzione e restrizione già poste in essere, che un possibile ampliamento delle cosiddette ‘zone rosse’, sulla base anche di una valutazione degli effetti delle misure varate due settimane fa con il primo provvedimento firmato dal premier Giuseppe Conte. Il presidente del Consiglio è atteso in giornata nella sede della Protezione civile, dove e’ ora presente il ministro della Salute, Roberto Speranza

LeBron James, stella NBA: “Senza pubblico io non gioco”

La star della Nba LeBron James ha lanciato il suo ultimatum: “Senza pubblico io non gioco”. Il giocatore dei Lakers non vuole prendere in considerazione le indicazioni della Lega americana di pallacanestro date alle trenta squadre del torneo Usa di basket di prepararsi all’eventualità di giocare a porte chiuse per arginare la diffusione dell’epidemia di nuovo coronavirus. “Se mi presento all’Arena e non ci sono i fan, allora non gioco. Non ho mai giocato senza pubblico, da quando ho iniziato. Questa non è l’Europa. Gioco per i miei compagni di squadra e per i fan. Ecco di cosa si tratta”.

Dal 9 al 15 marzo i varchi della Ztl a Roma saranno disattivati dalle 14

Da lunedì 9 marzo e fino al 15 marzo 2020 i varchi della Zona a Traffico Limitato del Centro storico e del Tridente saranno disattivati dalle ore 14. Tale misura serve ad agevolare gli spostamenti dei cittadini in città. Lo comunica in una nota il Campidoglio

Le ferrovie austriache sospendono i treni per il nord Italia

Le ferrovie austriache OeBB hanno comunicato che da oggi interrompono i collegamenti notturni (Nightjet) con Milano e Venezia Santa Lucia. A seguito dell’emergenza Coronavirus in Lombardia e Veneto, il personale dei treni OeBB e il personale addetto alla ristorazione non viaggeranno più verso le due destinazioni italiane. Sospeso anche il collegamento autobus InterCity da Klagenfur/Villach a Venezia.

I collegamenti ferroviari giornalieri con Bologna, Udine, Trieste, Verona e Venezia rimarranno in vigore fino a nuovo avviso poiché, come riferiscono le ferrovie austriache, in territorio italiano sono gestiti da partner. Restano operativi, fino a nuova comunicazione, i collegamenti tra l’Alto Adige (Bolzano) e Innsbruck/Vienna e il Nightjet per Roma

Sul sito del Ministero tutte le misure per le scuole

Sul sito del ministero dell’Istruzione è da oggi disponibile la nota per le scuole con la sintesi delle misure prese nel campo dell’istruzione per la gestione dell’emergenza coronavirus e le relative indicazioni operative: dal lavoro agile, alle riunioni degli organi collegiali, la circolare illustra le disposizioni del governo e fornisce chiarimenti per dirigenti e personale.
Il testo si apre con un ringraziamento a “tutti coloro che stanno andando oltre ogni obbligo e ogni dovere, svolgendo il loro servizio al Paese con dedizione, spirito di iniziativa, competenza”.

Amministrazione, dirigenti scolastici, docenti, personale educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario, studenti, organizzazioni sindacali, associazioni, mondo imprenditoriale “stanno, ognuno, facendo la propria parte dimostrando una spesso misconosciuta, ma preziosa, capacita’ di reagire all’emergenza”, si legge in apertura della nota. Tra i temi toccati nella circolare, la validita’ dell’anno scolastico, le attività di apprendimento a distanza, le prove Invalsi e le Olimpiadi e gare degli studenti, oltre alla formazione del personale e i percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento.

15 americani in quarantena in albergo a Betlemme

Quindici cittadini americani sono in quarantena in un albergo a Betlemme, in Palestina, per sospetto contagio da coronavirus. Lo ha reso noto il portavoce del governo palestinese. 

Raddoppiati in 3 giorni i contagi in Europa

Il numero di contagi da nuovo coronavirus ha superato quota 7.300 in Europa, raddoppiando in tre giorni. Oltre all’Italia, Francia, Gran Bretagna, Spagna e Paesi Bassi hanno registrato i maggiori incrementi in un singolo giorno. Nel continente sono oltre 30 i Paesi raggiunti dall’epidemia, in dieci di questi si registrano almeno cento contagi ciascuno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE