fbpx

Nuove storie in arrivo nella Bibury di Giuliana Tunzi

Oltre Tevere

 

Definito dallo scrittore britannico William Morris come “il più bel villaggio dell’Inghilterra”, Bibury, suggestivo paesino a 140 km da Londra, è il luogo in cui Elizabeth Miller e Jude Oldem diventano i protagonisti del romanzo scritto dalla giovane scrittrice barese Giuliana Tunzi, al suo secondo lavoro editoriale.

Scritto nel 2017 questo libro è un romanzo che racconta della storia d’amore a distanza tra i due giovani, affrontando anche tematiche sociali quali la violenza, la schizofrenia e le maschere che molto spesso si indossano. Non è il classico romance nel senso stretto del termine. Il sentimento dei due innamorati segreti è osteggiato da numerose vicissitudini, in primo luogo la distanza.

“Con questo lavoro – ha spiegato l’autrice – mi sono rivolta idealmente agli adolescenti e ai giovani in generale. Ho voluto provare a far comprendere loro come è giusto reagire. La lettura risulta leggera, sebbene ci siano riflessioni su argomenti importanti. Mi sono soffermata molto sui valori che si sono persi nel tempo. Ora tutto diventa telematico, ma in realtà il rapporto ravvicinato è sempre quello più intenso”.

Non è un classico romanzo anche perché è stato pubblicato in maniera autonoma attraverso il “Kindle Direct Publishing” un nuovo sistema offerto da Amazon. Analogo a “Il mio libro” della Feltinelli, ma esteso a tutto il mondo, quello del colosso delle vendite on line è un metodo che dà la possibilità agli scrittori di creare degli ebook o libri cartacei, stampati e rilegati, facilmente e in pochi minuti.

“Dopo la pubblicazione del primo libro con una piccola casa editrice locale, a causa di una serie di problemi e visto che altre più grandi e serie non prendono i giovani scrittori, ho scelto di procedere personalmente attraverso questi nuovi sistemi che danno la possibilità ai giovani scrittori di farsi conoscere e pubblicare facilmente. Qui il problema si pone sulla distribuzione e promozione, perché bisogna agire da sé”.

Con circa 1000 copie vendute, in tutto il mondo, soprattutto nel 2018 e con una ristampa in lingua inglese, la storia di Elizabeth e Jude, ma anche quelle degli abitanti del paesino inglese, dove c’è la pasticceria Burbery Sweet, sta per avere il suo secondo capitolo, un sequel nel quale Giuliana Tunzi, classe 1990, riproporrà le tematiche già affrontate nel precedente libro, aggiungendo una serie di novità e un pizzico di leggerezza in più.

“Non so ancora se proseguirò con l’autoproduzione. Per il momento sto terminando il lavoro con il supporto di una editor. Spero di poterlo presentare tra giugno e luglio”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE