fbpx

Carmiano, titolare di una tabaccheria rapinata da due malviventi che simulavano controllo per Coronavirus

Cronaca

Monica Montanaro

Nel clima di panico imperversante in Italia i personaggi dediti alle attività criminali ne approfittano. Ieri sera intorno alle 20,30 la titolare di una tabaccheria di Carmiano, in provincia di Lecce, è stata vittima di una rapina a mano armata. A fine giornata lavorativa la donna aveva appena  chiuso la rivendita e si stava recando presso la sua abitazione in auto, ma durante il tragitto di ritorno verso casa le si è materializzata una macchina con il lampeggiante acceso. La tabaccaia, consapevole della situazione emergenziale in corso dovuta al Coronavirus, non si è stupita più di tanto credendo fossero le forze dell’ordine nel loro consueto giro di controllo.

Dunque, quando la macchina con a bordo i due malviventi l’ha fermata la donna non si è allarmata, ma d’un tratto è trasalita quando ha capito che i due uomini avvicinatesi non erano carabinieri bensì delinquenti. Gli uomini con arma in pugno e con il volto coperto l’hanno minacciata  imponendole di consegnargli  l’intero incasso della giornata. I rapinatori sono riusciti a impossessarsi di un bottino ammontante a circa 4mila euro.

I due criminali dopo aver portato a compimento la rapina in pochi minuti,  facilitati dal coprifuoco generale nel paese, si sono dileguati per le strade di Carmiano. Intanto i carabinieri hanno aperto le indagini  e confidano di trovare delle prove schiaccianti visionando le immagini delle telecamere posizionate nell’area circostante grazie alle quali sperano di identificare gli autori del reato. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE