fbpx

47 mila i casi registrati finora. Record di morti e contagi, chiusi parchi e ville

Cronaca

In Italia le vittime del coronavirus al 20 marzo sono 4.032, 627 in più rispetto alla giornata precedente. Il ministro Speranza firma una nuova ordinanza restrittiva 

coronavirus morti contagi guariti casi

© AFP – Coronavirus Roma

Dopo aver superato giovedì la Cina per numero assoluto di morti infetti da coronavirus, l’Italia aggiorna anche il record di vittime giornaliere (nel quale aveva già superato Pechino con le 475 di mercoledì). Nell’ultimo bilancio della Protezione Civile si registra un totale di 4.032 decessi da coronavirus, 627 in più rispetto alla giornata precedente.

Al 20 marzo sono 47.021 i casi totali registrati in Italia, con un aumento record di 5.986 unità (pari al 14,6%) che supera il precedente massimo della giornata di ieri, pari a 5.322 nuovi contagi totali.

Le persone che risultano attualmente contagiate sono 37.860, 4.670 in più, anche questo un altro record aggiornato dopo il massimo di 4.480 contagi segnato giovedì 19 marzo. Le persone guarite sono 5.129, con un aumento di 689 unità. Cresce di 157 unità il numero di pazienti in terapia intensiva, che sale a quota 2.655.

Secondo l’elaborazione YouTrend, il tasso grezzo di letalità è dell’8,6%. I ricoverati in terapia intensiva sono il 5,6% dei casi totali, il 7% dei casi attuali.

  • 10:04

    In Austria casi salgono a 2.805, 15 i morti

    Aumento significativo di casi di coronavirus in Austria, dove le persone positive sono arrivate 2.803, circa 600 in più rispetto a ieri, con un incremento di oltre il 22%. Le vittime totali sono salite da dieci a quindici. Il Land più colpito resta il Tirolo, con 707 casi. Si tratta di una cifra che tiene conto di tutti i cittadini testati positivi nel Land Tirol e non solo quelli residenti, come indica il ministero della Salute di Vienna. In Austria, come annunciato ieri mattina dal cancelliere Sebastian Kurz, le restrizioni dureranno almeno fino al 13 aprile.

  • 09:40

    Decaro annuncia controlli sull’identità dei runner

    Durante i controlli per verificare il rispetto delle norme per il contenimento del coronavirus, si potrà chiedere il documento d’identità a chi va a correre per verificare il rispetto delle norme che prevedono di restare vicino casa. Lo ha spiegato il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ai cittadini durante la diretta Facebook tenuta ieri sera, nella quale ha commentato l’ordinanza firmata ieri dal ministro della Salute, Roberto Speranza. 

  • 09:38

    Starbucks chiuderà i negozi negli Usa

    La catena Starbucks chiuderà la maggior parte dei suoi bar negli Stati Uniti per due settimane e limiterà i servizi take-away dall’auto, sullo sfondo dell’epidemia di Covid-19. “Siamo realisti, i latti macchiati non sono essenziali”; ha scritto in una lettera agli impiegati la vicepresidente esecutivo di Starbucks, Rossan Williams. “In tempi di crisi, il governo ci chiede di rimanere aperti quando possibile per consegne a domicilio e take-away”, si legge nella lettera riportata dai media americani.

  • 09:02

    Giavazzi: “È la fine del mondo che conosciamo”

    “La pandemia è la fine del mondo come lo conosciamo”. Lo ha detto l’economista Francesco Giavazzi, commentando al GR1 Rai la sospensione del patto di Stabilità annunciata dalla Commissione Europea. “Le necessità di finanziamento che tutti i paesi europei si troveranno ad affrontare nei prossimi 4 o 5 anni – ha spiegato il professor Giavazzi – saranno straordinarie, nell’ordine del 10/20% del Pil”. Queste spese devono essere finanziate – ha concluso – con un titolo europeo a lungo termine: 30 o 50 anni, in modo che si sia molto tempo, una o due generazioni per ripagare questi costi”.

  • 08:13

    Nel mondo oltre 275 mila casi, 11 mila i decessi

    Il numero di casi di contagio confermati da nuovo coronavirus nel mondo ha superato i 275 mila (275.434), mentre i decessi sono ormai vicini a 11.400 (11.399), secondo il conteggio tenuto dalla John Hopkins University, che riporta un totale di 88.256 guarigioni.

  • 08:12

    L’Australia chiude Bondi Beach

    La polizia di Sydney, in Australia, ha chiuso la celebre spiaggia di Bondi Beach, dove troppe persone continuavano a recarsi senza rispettare le raccomandazioni del governo di mantenere la distanza di sicurezza e in violazione al divieto di assembramenti superiori alle 500 persone, emanato per contenere l’epidemia di Covid-19. Come riporta la Bbc, Bondi Beach è stata chiusa temporaneamente, ma non e’ chiaro quando riaprira’ al pubblico.

  • 07:42

    Von der Leyen all’Italia: “Siete un esempio meraviglioso”

     “Siete un esempio meraviglioso per il resto d’Europa”: con queste parole la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha elogiato la risposta degli italiani all’emergenza coronavirus in un’intervista al Corriere della Sera. “Ci sentiamo vicini agli amici italiani”, ha assicurato, “faremo tutto quanto è possibile per aiutare l’Italia, lo stiamo davvero facendo”. “Siamo davvero colpiti per come state affrontando questa crisi”, ha insistito, “lo ripeto: siamo tutti italiani”.

  • 07:35

    Usa: 18mila contagi e 241 morti

    Negli Usa sono saliti a oltre 18.000 i casi di coronavirus e 241 persone sono morte, secondo l’ultimo aggiornamento della Cnn. 

  • 07:34

    Nessun nuovo caso per il terzo giorno consecutivo in Cina

    Per il terzo giorno consecutivo in Cina non sono stati registrati contagi di coronavirus ma salgono i casi importati dai viaggiatori. Secondo quanto reso noto dalle autorità sanitarie di Pechino, ci sono stati 41 nuovi casi importati che portano il totale “non domestico” a 269. Complessivamente i casi di coronavirus in Cina risultano 81.008 mentre i morti sono 3.255, 7 in piu’ rispetto al giorno precedente

  • 23:33

    La nomina di Arcuri è in Gazzetta Ufficiale

    La Gazzetta Ufficiale odierna ha pubblicato il comunicato della Presidenza del Consiglio che nomina Domenico Arcuri Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure occorrenti per il contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

  • 23:01

    Nizza ordina il coprifuoco dalle 23 di domani

    Coprifuoco a Nizza da domani sera alle 23 fino alle prime ore di domenica mattina. Lo ha annunciato il prefetto della città della Costa Azzurra. Bernard Gonzalez ha detto a BFM TV: “Sarà istituito il coprifuoco. Questo decreto si rivolge essenzialmente a coloro che trovano divertente riunirsi e sfidare le autorita’ pubbliche”.

  • 22:26

    In Campania salgono a 837 i casi di contagio

    Salgono a 837 i casi di positività al coronavirus in Campania, un trend in crescita costante intorno alle 100 unita’ da un paio di giorni, con il numero dei tamponi quotidiani anche cresciuto per la creazione di nuovi centri. L’Unità di Crisi della Regione rende noto che dal pomeriggio sono stati analizzati 184 tamponi presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno, di cui 34 risultati positivi; 38 tamponi presso il centro di riferimento dell’ospedale Ruggi, di cui 4 risultati positivi; 17 tamponi presso il centro di riferimento della Federico II, di cui 2 risultati positivi; 24 tamponi presso il centro di riferimento dell’ospedale San Paolo, di cui 5 risultati positivi; 80 tamponi presso il centro di riferimento dell’ospedale Moscati 80, di cui 18 risultati positivi. Il totale dei positivi di oggi è di 88. 

  • 22:25

    Gualtieri: “Ad aprile il decreto a sostegno dell’economia”

    Il decreto di aprile con le norme per il sostegno all’economia “e’ mia intenzione” farlo entro la prima meta’ di aprile. Lo ha detto il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri allo Speciale Tg1. 

  • 21:56

    Israele registra la prima vittima, è un 88enne

    Israele registra la sua prima vittima di Covid-19: è un uomo di 88 anni, con precedenti patologie gravi, specifica il ministero della Salute. Israele ha 705 casi del nuovo coronavirus. Dieci pazienti sono in condizioni critiche e 15 completamente guariti. 

  • 21:33

    Il Belgio chiude le frontiere, solo spostamenti essenziali

    Frontiere chiuse in Belgio ad eccezione del trasporto merci o per motivi “essenziali”. Lo ha deciso il ministro degli interni Pieter De Crem per arginare la diffusione del coronavirus.
    Le restrizioni, applicate a partire da oggi pomeriggio, riguardano l’ingresso o l’uscita dal paese su strade, aeroporti, porti o treni internazionali. I collegamenti ferroviari Eurostar e Thalys con i paesi vicini “continueranno a funzionare”, ha affermato De Crem ma “sarà necessario essere in grado di provare che questo spostamento e’ essenziale” con una giustificazione da parte del datore di lavoro. “Qualsiasi infrazione saraà sanzionata”, ha avvertito Pieter De Crem, la pena potrebbe arrivare fino a 4.000 euro di multa e tre mesi di reclusione. “Il messaggio e’ di rimanere a casa e mantenere la distanza”.

  • 21:08

    Gualtieri: “Lo stop al Patto di stabilità è una buona notizia”

    “La sospensione del patto di stabilità è una buona notizia. Aiutera’ i paesi europei a far fronte in modo efficace alle conseguenze sanitarie ed economiche del Covid_19, proteggendo famiglie e imprese”. Lo scrive su Twitter il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, che aggiunge: “Continuiamo a lavorare per un’Europa unita, forte e solidale”.

  • 20:34

    200 italiani su una nave in Brasile: “Fateci tornare”

    Duecento italiani a bordo della Msc Seaview, battente bandiera maltese, bloccati in Brasile a Santos. “Sono giorni – spiega un membro dell’equipaggio contattato per telefono – che hanno promesso di farci tornare ma stamattina sono stati fermati tutti gli sbarchi”.
    A raccontare la vicenda degli italiani a bordo della nave e’ anche il deputato del Movimento 5 stelle Cristian Romaniello che si sta interessando della situazione. “L’Anvisa, l’autorita’ unita sanitaria governativa brasiliana, ha chiuso il porto di Santos per motivi sanitari di sicurezza. E’ stata annullata la procedura di sbarco anche per i prossimi giorni”, riferisce un altro membro a bordo, “stiamo lasciando il porto di Santos per metterci all’ancora fino a tempo indeterminato. Qui non ci sono i mezzi per affrontare l’emergenza sanitaria. Ci troviamo in una situazione potenzialmente pericolosa. Vogliamo fare quarantena ma in Italia, non qui in Brasile”.

    Sulla Msc Seaview ieri – spiega Romaniello – “sono saliti 467 membri dell’equipaggio di Msc Poesia rifiutati da Argentina e Uruguay perche’ con personale febbricitante a bordo. Uno degli ammalati e’ svenuto ed e’ intervenuta un’autoambulanza da Santos”. “La nave ha bandiera maltese e si trova in acque territoriali brasiliane ma il caso – aggiunge ancora l’esponente del Movimento 5 stelle – e’ all’attenzione del ministero degli Esteri. Nutro profonda fiducia sul fatto che le cose si smuoveranno presto”, dice l’esponente pentastellato, “bisogna avere pazienza. Stiamo arrivando”.

  • 20:30

    C’è il bando per la task force di 300 medici

     Un bando per arruolare temporaneamente alla Protezione civile 300 medici volontari e’ stato attivato questa sera nela lotta all’epidemia di coronavirus. Lo hanno annunciato in conferenza stampa il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, e il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, parlando di ‘forza rapida di intervento’. “Il governo si e’ fatto carico del grido d’allarme lanciato dagli ospedali e questa task force andra’ subito in Lombardia – ha detto Boccia – C’e’ bisogno che i medici che aderiscono lo facciano con la forza dello Stato, che c’e’ dietro, e che abbiano il sostegno di tutti. Stiamo chiedendo a migliaia di medici di valutare. La nostra corsa dev’essere piu’ veloce di quella del virus e far si’ che possa essere vinta”.

  • 20:04

    78 morti in Francia, il totale sale a 450

    La Francia registra 78 nuovi decessi nelle ultime 24 ore, portando il totale dei morti per Covid-19 a 450. Il numero dei contagiati è di 12.612 persone, i ricoverati sono 5.226, di cui 1.300 in terapia intensiva. 

  • 19:58

    Speranza: garantire il distanziamento sociale

    “È necessario fare ancora di più per contenere il contagio. Garantire un efficace distanziamento sociale è fondamentale per combattere la diffusione del virus. Il comportamento di ciascuno è essenziale per vincere la battaglia”. Lo afferma il Ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo avere firmato la nuova ordinanza restrittiva.

  • 19:40

    Chiusi parchi e ville, attività fisica solo vicino casa

    Arriva una nuova stretta sui comportamenti da tenere per prevenire il coronavirus. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato la nuova ordinanza restrittiva, che prevede il divieto d’accesso al pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici. Inoltre “non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona”. Vengono chiusi “gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro”. Infine, “nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza”. 

  • 19:30

    Solo l’1,2% dei deceduti non aveva patologie

    Solo l’1,2% delle persone decedute con coronavirus non aveva nemmeno una patologia. Lo si legge nel report aggiornato dell’Istituto Superiore di Sanita’ sulle caratteristiche dei pazienti deceduti. L’indagine, condotta su 481 vittime, ha rilevato che 6 pazienti (1.2% del campione) presentavano 0 patologie, 113 (23.5%) presentavano 1 patologia, 128 presentavano 2 patologie (26.6%) e 234 (48.6%) presentavano 3 o più patologie. L’età media dei pazienti deceduti e positivi a coronavirus è 78,5 anni. Più alta di 15 anni dell’età media dei positivi. Le donne sono 942 (29,4%).

  • 19:21

    Iss: 36 decessi tra gli under 50, 9 i trentenni

    Sono 36 i decessi con coronavirus in Italia tra gli under 50, una percentuale di 1,1%. In particolare, 9 di questi avevano meno di 40 anni ed erano 8 persone di sesso maschile ed 1 di sesso femminile con eta’ compresa tra i 31 ed i 39 anni. Di 2 pazienti di eta’ inferiore ai 40 anni non sono disponibili informazioni cliniche, gli altri 7 presentavano gravi patologie pre-esistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesita’). Lo si legge nel report aggiornato dell’Istituto Superiore di Sanita’ sulle caratteristiche dei pazienti deceduti. 

  • 19:09

    La coppia cinese curata allo Spallanzani ha iniziato la riabilitazione

    “I due cittadini cinesi provenienti dallo Spallanzani e accolti nel tardo pomeriggio di ieri dall’Ospedale San Filippo Neri della ASL Roma 1 hanno iniziato il trattamento fisioterapico”. Lo comunica in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
    “Il marito – si legge nella nota – ha potuto eseguire la riabilitazione nella palestra del reparto. La signora e’ stata invece trattata nella propria stanza di degenza con un programma di kinesi attiva assistita. Le condizioni psicologiche dei due pazienti sono buone e caratterizzate da una ferma volontà di portare velocemente a termine il trattamento. Voglio ringraziare tutti gli operatori dell’ospedale San Filippo Neri per il prezioso lavoro che stanno svolgendo”.

  • 18:58

    In Lombardia è record di decessi in un giorno: +381

     In Lombardia si registra un nuovo record di decessi di persone positive al coronavirus: 381 in un solo giorno, portando il totale a 2.549. A comunicare i numeri è stato l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, parlando dell’emergenza coronavirus. I decessi “continuano a crescere in maniera importante”, ha detto Gallera.

  • 18:50

    l’Olanda continua a puntare sull’immunità di gregge

    I Paesi Bassi sono ormai uno degli ultimi paesi europei a resistere a un ” lockdown ” generalizzato e il governo guidato da Mark Rutte continua a puntare sulla cosiddetta ” immunità di gregge ” per i suoi cittadini, oltre 17 milioni. Dopo avere chiuso scuole, locali pubblici e ristoranti, il premier continua a non cedere alle pressioni di chi chiede di adeguarsi a quanto accade nei paesi vicini.
    Ieri, il ministro responsabile per le cure mediche, Bruno Bruins, si è dimesso dopo un malore avvenuto in Parlamento e attribuito all’eccesso di lavoro e di stress del periodo. L’ultimo dato olandese fa conto di 409 contagiati e 18 morti.

  • 18:46

    Sono ancora Bergamo e Brescia le province più colpite

    È ancora Bergamo, seguita da Brescia, la provincia più colpita dal coronavirus. Secondo i dati forniti dall’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, oggi nella bergamasca i positivi sono saliti a 5.154, +509 rispetto a ieri. A Brescia si è arrivati a 4.648 casi, 401 in più.

    In provincia di Cremona 2.286 casi, +106; nel lodigiano 1.597, +69. Aumento drastico in provincia di Monza e Brianza con 321 casi in più di ieri (816 in totale). Tra le altre provincie Pavia ha 1.105 casi, Mantova 723, Lecco 676.

  • 18:35

    Borrelli: posti in terapia intensiva saliti da 5.400 a 8.000

    “Siamo partiti a inizio emergenza da 5.400 posti di terapia intensiva, siamo arrivati intorno agli 8.000 e stano ancora crescendo. Sono cresciuti anche i posti nei reparti specializzati, c’è un’attività di potenziamento richiesta dal ministero della Salute e messa in atto dalle Regioni”. Lo ha detto il commissario all’emergenza Angelo Borrelli nel punto stampa. Quanto alla carenza di posti letto, ha precisato: “Quando gli ospedali devono alleggerirsi fanno ricorso alla Cross, che ha sempre funzionato, per noi non ci sono difficoltà. È evidente che i posti di terapia intensiva sono tutti occupati e si lavora in modo sostenuto e impegnativo ma non ci sono problemi di questo tipo”.

  • 18:15

    Borrelli: pagamento anticipato pensioni, fake news vanno punite

    “Ho firmato un’ordinanza di protezione civile che consente il pagamento anticipato delle pensioni negli uffici postali e nelle banche. Non sarà più in un solo giorno ma dal 26 di marzo al 31, e così accadrà anche per aprile e per i mesi a venire”. Lo ha annunciato il commissario all’emergenza Angelo Borrelli nel punto stampa in Protezione Civile, smentendo poi “seccamente che il dipartimento di Protezione civile si starebbe preparando per dichiarare condizioni di biocontenimento in tutto il Paese tra qualche giorno. Sono fake news che vanno punite”.

  • 18:05

    “Un lockdown nazionale non è necessario”, assicura Trump

    Il presidente Donald Trump non ritiene “necessario” un blocco totale esteso a tutto il Paese. Il capo della Casa Bianca ha fatto questa precisazione, in riferimento alla decisione del governatore di New York, Andrew Cuomo, che ha ordinato al “cento per cento dei lavoratori non essenziali” di restare a casa. “Io non penso – ha commentato Trump, rispondendo alla domanda di un giornalista – l’hanno fatto California e New York, ma non penso per gli altri. Se uscite e andate nel Midwest e in altre zone, la gente guarda la televisione e non hanno gli stessi problemi. Stiamo lavorando con i governatori, ma non credo che arriveremo mai a una decisione del genere”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE