fbpx

Paolo Maldini e il figlio Daniel positivi al coronavirus

Sport & Motori

Paolo Maldini e il figlio Daniel positivi al coronavirus. Il Milan: “Sono in buone condizioni e proseguiranno la quarantena”.

MILANO – Paolo Maldini e il figlio Daniel positivi al coronavirus. La notizia è stata confermata dal Milan con la società che ha precisato come i due sono in buone condizioni e continueranno il periodo di quarantena per i tempi necessari per la completa guarigione. Si tratta dei primi casi di Covid-19 in casa Milan. Difficile il contagio per gli altri giocatori visto che i due sono in isolamento volontario ormai da due settimane ma non sono esclusi possibili test per verificare altre positività da parte dei tesserati rossoneri. Il comunicato del Milan La positività di Paolo Maldini è stata comunicata dalla stessa società rossonera con una nota pubblicata sul proprio sito. “AC Milan comunica che il Direttore dell’Area Tecnica del Club Paolo Maldini, venuto a conoscenza di aver avuto un contatto con una persona positiva e avendo in corso sintomi da virosi, è stato sottoposto a tampone che è risultato positivo al coronavirus.

Allo stesso modo il figlio Daniel, attaccante della Primavera rossonera aggregato alla Prima Squadra. Paolo e Daniel sono in buone condizioni e, dopo aver trascorso oltre due settimane nella propria abitazione senza contatti esterni, come previsto dai protocolli medico-sanitari prolungheranno la quarantena per i tempi necessari alla completa guarigione clinica“. Daniel Maldini Primi casi in casa Milan Le positività di Paolo Maldini e del figlio Daniel sono i primi casi di coronavirus in casa Milan. Nelle prossime ore, in caso di sintomi, anche altri giocatori potrebbero essere sottoposti al test. Minimi i rischi di contagio visto che i due da 15 giorni erano in auto-isolamento volontario come molti giocatori dopo lo stop al campionato. Le condizioni di Paolo e Daniel sono buone e nei prossimi giorni entrambi saranno sottoposti ad ulteriori controlli per verificare la presenza del virus. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE