fbpx

La preghiera e le domande a Gesù che gli apostoli non fecero

Cultura & Società

“Poi aggiunse: «Se uno di voi ha un amico e va da lui a mezzanotte a dirgli: Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da mettergli davanti; e se quegli dall’interno gli risponde: Non m’importunare, la porta è già chiusa e i miei bambini sono a letto con me, non posso alzarmi per darteli; vi dico che, se anche non si alzerà a darglieli per amicizia, si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono almeno per la sua insistenza.

Ebbene io vi dico: Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto. Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pane, gli darà una pietra? O se gli chiede un pesce, gli darà al posto del pesce una serpe? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se dunque voi, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!»” (Lc 11, 5 – 13).

Un apostolo prese la parola: “Scusa, Maestro, ma tutto possiamo chiedere con insistenza al Padre nostro celeste? Possiamo chiedergli di farci pescare tantissimi pesci? Di toglierci una malattia? Di liberarci da un’epidemia? Di mantenerci a lungo in vita?”. Gesù rispose: “Non capite ancora? Avete il cuore indurito? Avete dimenticato che cosa vi dissi? Non affannatevi dunque dicendo: “Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?”. Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno. Cercate il Regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in ­aggiunta”.

L’apostolo rispose: “Ho capito, Signore, possiamo stare tranquilli. Dobbiamo chiedere soltanto lo Spirito Santo, alle altre cose ci pensa il Padre celeste”.

Intervenne un altro apostolo: “Scusa, Maestro, ma il Padre celeste non sa che le sue creature hanno bisogno dello Spirito Santo? Perché dobbiamo chiederglielo con insistenza?”. Gesù non rispose. Era tutto intento a tracciare dei segni per terra con il dito.

Renato Pierri

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE