fbpx

Il cimitero è pieno

Lombardia

La pandemia di Coronavirus sta mettendo in difficoltà tanti comuni anche per quanto riguarda la gestione dei cimiteri. I numeri delle persone decedute sono improvvisamente aumentati, creando problemi di spazio. Soprattutto in realtà che già si trovavano ad affrontare una situazione di emergenza.

È il caso di Ardesio. Nel corso dell’intero 2019 i morti in paese erano stati 45. Da inizio 2020 hanno già raggiunto quota 27, purtroppo. Numeri che hanno imposto alla Giunta guidata dal sindaco Yvan Caccia di prendere alcune decisioni che riguardano il cimitero del capoluogo. 

«C’era già un progetto di sistemazione, che prevedeva alcuni interventi programmati per quest’anno – spiega il sindaco -. Purtroppo la pandemia ha peggiorato la situazione di emergenza che già il cimitero aveva per questioni di spazi. Siamo rimasti senza tombe, senza possibilità di inumazione in terra e abbiamo un numero molto ristretto di loculi».

La Giunta (che si è riunita via Skype) ha quindi approvato una delibera con nuove disposizioni. Le misure vengono spiegate dal sindaco in questa intervista per il tg di Antenna2.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE