fbpx

A proposito dell’Indulgenza Plenaria, che il Papa concederà oggi Venerdì 27 marzo alle ore18.00          

Arte, Cultura & Società

Indulgenza plenaria           

Le condizioni per riceverla, valide soltanto in questo tempo della pandemia. Vi riassumo quanto è scritto nel Decreto della Penitenzieria Apostolica, emanato il 19 marzo scorso. La Penitenzieria Apostolica concede l’Indulgenza Plenaria anche a tutti i fedeli del mondo che pregano per i malati. Si ricorda anche la possibilità della assoluzione “collettiva” (cioè a piu fedeli “senza previa confessione individuale”) in questo momento della emergenza del Coronavirus, fino a quando il grave fenomeno non cesserà. Per avere l’Indulgenza Plenaria (cioè la cancellazione o il perdono di tutte le pene temporali meritate a causa dei peccati) si potranno scegliere: la recita del Rosario, la Via Crucis o la recita della Coroncina della Divina Misericordia, chiedendo a Dio la cessazione dell’epidemia, il sollievo per i malati e la salvezza eterna di quanti il Signore ha chiamato a sé.

In questo periodo dunque l’Indulgenza Plenaria si può ricevere anche senza confessarsi. “La Chiesa, come Madre buona, implora il Signore perché l’umanità sia liberata da tale flagello, invocando l’ intercessione della Beata Vergine Maria, Madre di Misericordia e Salute degli infermi, e del Suo Sposo San Giuseppe, sotto il cui patrocinio la Chiesa da sempre cammina nel mondo”. Non lasciamoci sfuggire questa  preziosa opportunità di riconciliarci con Dio!!!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE