fbpx

Le attività boschive ai tempi del Covid-19

Ambiente & Territorio

 

Attraverso un comunicato, la Comunità Montana della Valle Seriana ricorda alcune indicazioni relative all’esecuzione di attività selvicolturali e presentazione di istanze di taglio boschi.

Tramite Sitab, durante l’emergenza epidemiologica legata al Covid-19, l’assessorato Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi di Regione Lombardia ha precisato che a seguito delle varie disposizioni nazionali e regionali per il contenimento dell’infezione da “Covid -19” “le attività di tagli colturali dei boschi eseguiti da privati cittadini (hobbisti, usi civici, tagli di autoconsumo e simili) si debbano intendere sospese”.

Le attività svolte da imprese agricole, boschive e da Consorzi forestali possono invece proseguire. Si invita tuttavia vivamente le imprese boschive e i consorzi ad eseguire in maniera ancora più scrupolosa tutte le procedure volte a garantire la massima sicurezza sui luoghi di lavoro, in considerazione che le strutture sanitarie in questo periodo sono oberate e non riescono a garantire con normalità le proprie attività. Ove è possibile, si raccomanda, di effettuare lavorazioni a basso rischio di infortuni. Stante questa situazione di impossibilità a eseguire i tagli e in considerazione che gli uffici della Comunità montana sono chiusi, non sarà possibile presentate presso la comunità montana denunce di taglio tramite l’applicativo Sitab.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE