fbpx

Coronavirus, Eurogruppo trova accordo. Piano da 500 miliardi

Politica

L’Eurogruppo ha trovato un accordo su un piano di sostegno da 500 miliardi di euro per fronteggiare la crisi economica legata al Coronavirus. Paolo Gentiloni su twitter: “Un pacchetto di dimensioni senza precedenti per sostenere il sistema sanitario, la cassa integrazione, la liquidità alle imprese e il Fondo per un piano di rinascita. L’Europa è solidarietà”.

“Il solo requisito per accedere alla linea di credito del Mes sara’ che gli Stati si impegnino a usarla per sostenere il finanziamento di spese sanitarie dirette o indirette, cura e costi della prevenzione collegata al Covid-19”: e’ quanto si legge nelle conclusioni dell’Eurogruppo. “La linea di credito sara’ disponibile fino alla fine dell’emergenza. Dopo, gli Stati restano impegnati a rafforzare i fondamentali economici, coerentemente con il quadro di sorveglianza fiscale europeo, inclusa la flessibilita’”. “Dopo una lunga e intensa conversazione negli ultimi due giorni, l’Eurogruppo è giunto oggi a una buona conclusione. Abbiamo raggiunto un accordo sensato per l’Europa e per l’Olanda di fronte alla crisi del Coronavirus”. Lo ha scritto in inglese sul suo account Twitter il ministro delle Finanze olandese Wopke Hoekstra, al termine della videoconferenza dell’Eurogruppo. 

I ministri delle Finanze riuniti nell’Eurogruppo hanno convenuto di lavorare su un fondo di recupero per preparare e sostenere la ripresa in cui il Quadro finanziario pluriennale (Qfp) dell’Unione europea giochera’ un ruolo centrale. E’ quanto si legge nel documento uscito dall’Eurogruppo dove si spiega che il sostegno avverra’ “fornendo finanziamenti attraverso il bilancio dell’Unione europea a programmi progettati per rilanciare l’economia in linea con le priorita’ europee e per garantire la solidarieta’ dell’Ue con gli Stati membri piu’ colpiti”. Questo fondo sarebbe “temporaneo, mirato e commisurato ai costi straordinari dell’attuale crisi e contribuirebbe a spalmarli nel tempo attraverso finanziamenti adeguati. Fatte salve le indicazioni dei leader, le discussioni sugli aspetti giuridici e pratici di tale fondo, comprese le sue relazioni con il bilancio dell’Ue, le sue fonti di finanziamento e gli strumenti finanziari innovativi, coerenti con i trattati dell’Ue, prepareranno il terreno per una decisione”, si legge ancora.

Per quanto riguarda il prossimo Quadro finanziario pluriennale (Qfp) dell’Ue, questo “svolgera’ un ruolo centrale nella ripresa economica” in quanto “dovra’ riflettere l’impatto di questa crisi e l’entita’ delle sfide future, fissando le giuste priorita’, per consentire agli Stati membri di affrontare efficacemente le conseguenze della crisi del coronavirus, sostenere la ripresa economica e garantire che la coesione all’interno dell’Unione e’ mantenuta attraverso la solidarieta’, l’equita’ e la responsabilita’”. Per questo, i ministri accolgono “con favore l’intenzione della Commissione di adattare la sua proposta di Qfp per riflettere la nuova situazione e le prospettive”.

 Il Meccanismo europeo di stabilita’ (Mes) puo’ fornire assistenza finanziaria senza condizioni per le spese mediche, mentre per il sostegno economico manterra’ le condizioni. Lo ha scritto su Twitter il ministro olandese delle Finanze, Wopke Hoekstra, dove ha spiegato di rimanere contrario agli eurobond ma che nell’accordo raggiunto in sede di Eurogruppo si inserisce il fondo di emergenza a cui i paesi potranno contribuire volontariamente. “Dopo lunghe e intense conversazioni negli ultimi due giorni, l’Eurogruppo e’ giunto a una buona conclusione oggi. Abbiamo concluso accordi sensati per l’Europa e i Paesi Bassi per far fronte al coronacrisis”, ha scritto. “Abbiamo messo sul tavolo un pacchetto completo che aiutera’ i paesi a finanziare le spese mediche, che aiutera’ le aziende e i nostri lavoratori. Alle giuste condizioni contribuira’ anche a costruire le nostre economie nazionali a lungo termine. Il Meccanismo europeo di stabilita’ (Mes) puo’ fornire assistenza finanziaria ai paesi senza condizioni per le spese mediche. Sara’ anche disponibile per il sostegno economico, ma a condizioni. E’ giusto e ragionevole”, ha aggiunto. 

Roberto Gualtieri: “Messi sul tavolo i bond europei, tolte dal tavolo le condizionalita del Mes – afferma su Twitter -. Consegniamo al Consiglio europeo una proposta ambiziosa. Ci batteremo per realizzarla”. Secondo il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni si tratta di “un pacchetto di dimensioni senza precedenti per sostenere il sistema sanitario, la cassa integrazione, la liquidità alle imprese e il Fondo per un piano di rinascita. L’Europa è solidarietà”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE