fbpx

“Quei medici sono morti come soldati al fronte”, dice Papa Francesco  

Cronaca

Bergoglio ha lanciato un messaggio, prima di Pasqua, per il personale sanitario impegnato in corsia:  “Sono con voi, penso al Signore Crocifisso e alle tante storie dei crocifissi di questa pandemia”

 

coronavirus papa medici morti

© YARA NARDI / POOL / AFP – Papa Francesco

In questa pandemia dovuta al coronavirus, “medici, infermieri, suore, sacerdoti, sono morti come soldati al fronte“. Lo ha detto Papa Francesco intervenendo in una puntata speciale di ‘A sua immagine’ su Rai1. Il Pontefice ha detto inoltre “sono con voi, penso al Signore Crocifisso e alle tante storie dei crocifissi di oggi di questa pandemia”. 

​Parlando ancora del personale sanitario ed anche dei religiosi che sono morti nel loro impegno nella lotta alla diffusione del coronavirus, il Papa ha sottolineato che “hanno dato la vita per amore. Resistenti come Maria sotto le croci, loro e le loro comunità negli ospedali, curando gli ammalati. Forse anche ci sono crocifissi che muoiono per amore e questo pensiero mi viene in questo momento”.

Bergoglio si è detto “vicino al popolo di Dio, alle vittime di questa pandemia, al dolore del mondo, ma guardo alla speranza, che non toglie il dolore ma non delude”. E alla fine della telefonata, Papa Francesco nel sentirsi ringraziare e ricordare l’enorme affetto dei fedeli nei suoi confronti, si è congedato dicendo “Vi ringrazio tanto, anche io vorrei dire che vi voglio bene. A tutti. Grazie e che il Signore vi benedica”.

La telefonata era cominciata con Bergoglio che si è rivolto direttamente alla conduttrice Lorena Bianchetti, dicendole “Lorena, come sta? Ha riconosciuto la voce?”. La Bianchetti, con evidente emozione, ha risposto: “Ho riconosciuto la voce. La ringraziamo, soprattutto perché sta partecipando in modo così paterno alle nostre sofferenze”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE