fbpx

Arriva lo sconto fiscale per rilanciare il lavoro femminile

Diritti del Cittadini

La misura è allo studio del governo. L’obiettivo è quello di abbassare le tasse, combattere la povertà, aiutare il ceto medio e sostenere la natalità. 

Arriva lo sconto fiscale per rilanciare il lavoro femminile

Alla vigilia dell’approvazione del Documento di economia e finanza che sarà inviato a Bruxelles, spunta quindi una misura per favorire l’occupazione femminile che per ora non viene spiegata nel dettaglio. La misura riguarderebbe il secondo percettore di reddito della famiglia e punta a

  • abbassare le tasse
  • combattere la povertà
  • aiutare il ceto medio
  • sostenere la natalità.

I numeri della proposta

Per quanto riguarda l’impatto dell’operazione sui conti pubblici, se la detrazione fosse di mille euro annui, il costo sarebbe di 6-7 miliardi, visto che sono 6-7 milioni le famiglie con due percettori di redditi in Italia, su un totale di 15 milioni che vivono grazie al lavoro.

L’obiettivo è alzare l’occupazione al 60%

“Convincere anche solo 1 miliardo di donne a lavorare o tornare attive (quindi un miliardo di euro in più) viene considerato un obiettivo epocale, tale da portare l’asticella dell’occupazione oltre il 60%, sempre che ci siano imprese disposte ad assumere. Un passo in grado di smuovere tutta l’economia: più tasse, più consumi, più crescita”, si legge su Repubblica. 

Come funziona la misura

Così come è stata ideata, la misura è semplice: “una detrazione ad hoc, per tutti, senza soglie di reddito o Isee che poi costringa qualcuno a restituire il bonus, come per gli 80 euro. Di fatto un ritocco dell’Irpef”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE