fbpx

Coronavirus, Conte lavora alla ‘fase 2’

Politica

Prima videoconferenza tra il premier Conte e la task force per la ricostruzione. Si lavora alla ‘fase 2’.

ROMA – Non si ferma il lavoro a Palazzo Chigi. Nel pomeriggio di sabato 11 aprile 2020 è andata in scena una videoconferenza tra il premier Conte e la task force formata per la ricostruzione dell’Italia. Secondo quanto riferito dall’Adnkronos, il presidente del Consiglio ha chiesto a Vittorio Colao e agli altri componenti della squadra di iniziare ad elaborare un programma per la cosiddetta ‘fase 2’. La ripresa, naturalmente, deve avvenire in condizioni di massima sicurezza e per questo si sta capendo se bisogna aspettare il 3 maggio o una riapertura può avvenire qualche giorno prima. Il premier Conte lavora alla ‘fase 2’ .

Il premier Conte ha chiesto al comitato tecnico-economico di presentare in tempi brevi un programma per la ripartenza. Un’uscita graduale dal lockdown, favorendo anche la ripresa delle attività produttive. L’obiettivo è riaprire il prima possibile le fabbriche naturalmente nel massimo della sicurezza dei lavoratori. Nei prossimi giorni la task force dovrà anche valutare i profili sociali, economici, psicologici e culturali. Il presidente Colao e i membri intervenuti hanno dato la loro disponibilità ad perseguire gli obiettivi indicati in tempi brevi. Il lavoro per la ‘fase 2’ è iniziata e presto ci potrebbero essere importanti novità.

 Il vademecum per la ripartenza Il Governo, insieme al comitato tecnico-economico, sta elaborando anche un vademecum che negozi e uffici dovranno rispettare per ripartire. Regole ben precise che vanno dalla distanza di un metro alla presenza di un dispenser di gel disinfettante. La ‘fase 2’ è iniziata. Nei prossimi giorni il premier intensificherà i contatti con la task force presieduta da Colao per cercare di terminare il programma della riapertura dell’Italia che molto probabilmente avverrà in modo graduale dal 3 maggio.

Francesco Spagnolo 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE