fbpx

Die Welt: la Merkel non dia soldi ai mafiosi italiani

Estero

Di Malachia Paperoga 

Mentre in Italia qualcuno si illude che i tedeschi concepiscano l’Europa come una casa comune destinata a diventare uno stato federale, i quotidiani come Die Welt chiariscono che per gli europei del nord i paesi periferici sono mafiosi approfittatori, pronti a depredare (???) i sudati risparmi tedeschi. L’ipotesi favolistica che l’Unione Europea possa tradursi in solidarietà tra nazioni vicine, si disintegra contro la realtà della volontà politica degli attori reali.

Di Schiltz Christoph B, tradotto da Musso (@Musso___)

I paesi dell’Unione europea dovrebbero certamente aiutarsi a vicenda nella crisi da Coronavirus. Ma senza limiti? E senza alcun controllo? In Italia, la mafia sta solo aspettando una nuova pioggia di soldi da Bruxelles.

In questi giorni sono in gioco le basi dell’Unione Europea. Una delle domande più importanti di fronte alla pandemia del Coronavirus è: fino a che punto deve arrivare la solidarietà finanziaria tra i 27 Stati membri? Bisogna essere generosi. Ma senza alcun controllo? E senza limiti? La solidarietà è un’importante categoria europea, ma anche la sovranità nazionale e la responsabilità dei politici nazionali nei confronti degli elettori del loro paese sono fondamentali.

In tale contesto, in Europa è in corso il dibattito sugli aiuti finanziari durante e dopo la pandemia. Roma e Parigi stanno spingendo già a piena forza per Eurobond o meglio Coronabond – dunque per una comune responsabilità del debito. Tali obbligazioni sarebbero un affare in perdita per miliardi, per i contribuenti tedeschi.

Il dibattito è tutt’altro che terminato e si può solo gridare a Merkel & Co.: resistete! Soprattutto dal momento che l’UE vuole ora per prima cosa mettere sul tavolo rapidi aiuti economici per 500 miliardi di euro, a favore di paesi come l’Italia e la Spagna. Questa è una somma incredibile.

Inoltre, le norme sugli aiuti di Stato vengono allentate e il limite all’indebitamento abolito. In tal modo il “firewall” contro le incontrollabili conseguenze economiche della crisi è già molto alto. Accanto a quelli, dovrebbero esservi circa 200 miliardi di euro di aiuti, in parte già pianificati, dall’ombrello di salvataggio della UE (il MES).

Sfortunatamente, solo i Paesi Bassi sostengono che agli aiuti debbano essere associate condizioni efficaci.

Perché Berlino si tira indietro?

Dovrebbe essere ovvio che gli aiuti finanziari in Italia – dove la mafia è una parte integrante in tutto il Paese e sta solo aspettando una nuova pioggia di soldi da Bruxelles – dovrebbero essere spesi esclusivamente nel campo della salute e non finire agli impiegati nei sistemi sociali e fiscali italiani.
E, naturalmente, gli italiani devono essere anche controllati da Bruxelles e dimostrare che stanno usando i soldi regolarmente. Anche nella crisi del Coronavirus, i principi essenziali dell’UE debbono continuare a valere.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE