fbpx

Il Bari, la Lega e il ridicolo ripescaggio

Sport & Motori

La proposta del consiglio direttivo della serie C – diciamocelo – non è tra le 1500 prime scelte preferite dai 60 club della serie C. Tutt’altro. Il sorteggio, in effetti, rinvia un po’ ai tempi del post bellum o negli anni 50-60 quando mandando istituzioni calcistiche con “polso”, si stabiliva il vincitore attraverso una moneta, come nei vari giochi a quiz degli anni sessanta-settanta. Insomma, una soluzione, questa, assurda e da combattere ad ogni costo anche perché potrebbe trovarsi in B una squadra che ha omesso, nel frattempo, i vari pagamenti fiscali e gli emolumenti, o una squadra in piena crisi economica. Una soluzione ridicola, per dirla in breve. Ed è per questo che la Lega Pro si prepara alla “pugna” in vista dell’assemblea che si preannuncia incandescente.

Dalla conservazione della categoria alle varie alternative per concludere questo maledetto torneo, la serie C ci mette la faccia per stabilire quale sarà il futuro prossimo con l’indiscrezione sfuggita ieri e di cui abbiamo appena parlato, soluzione che ha irritato notevolmente la società dei De Laurentiis.

Il Consiglio direttivo della Lega Pro ha affidato il mandato al Presidente Ghirelli di convocare per lunedì 4 maggio un’assemblea, proprio in prossimità del Consiglio Federale che detterà, definitivamente, le direttive dalla serie A ai dilettanti attendendo anche le ordinanze scientifiche e politiche.

Il Consiglio direttivo sella serie C, che si è riunito venerdì e sabato scorso attraverso una conference call, proporrà all’attenzione della prossima assemblea la soluzione alternativa da sottoporre al Consiglio Federale. La Lega Pro, rispetto alle altre Leghe, ha una propria personalità, una autonomia, e la pandemia sta mietendo scenari tragici su tutti e 60 i club che, ormai, hanno quasi annullato gli introiti rischiando il fallimento. Per questo la Lega si farà promotrice per una riforma volta a trovare la soluzione più congeniale per questo campionato di serie C, e considerata l’impossibilità di adottare protocolli sanitari attualmente in laboratorio per le serie A e la serie B, si fa avanti anche l’ipotesi di chiudere qui il campionato con il blocco delle retrocessioni e dei ripescaggi dalla serie D, e la conseguente salvaguardia dei ripescaggi eventuali dalla serie B.

Il tema più delicato riguarda la promozione dalla C alla B: in questo caso salirebbero il Monza, il Vicenza e la Reggina più una quarta fuoruscita dai playoff virtuali che si svolgerebbero con l’attuale formula con le 28 squadre aventi diritto, facendo uscire vincitori e vinti attraverso un sorteggio e così, man mano, andare avanti fino a definire la squadra promossa in B. Una soluzione, questa, così come abbiamo riferito ad inizio articolo, che non è andata giù a De Laurentiis.

Girelli, dal canto suo, ha dichiarato che si tratta pure di una idea alternativa ed interessante ma non è stata partorita da lui, né dalla sua Lega (Pro). La famiglia De Laurentiis, a tal proposito, si è subito attivata contattando i propri legali per porre un fronte attraverso una strategia difensiva da portare in discussione in una eventuale causa legale. Ed il motivo è semplice: il Bari, al momento, è la migliore seconda del tre gironi come punti ottenuti, e sarebbe ugualmente seconda se i recuperi e le giornale saltate nei gironi A e B fossero ultimati. Rimarrebbe solo la Reggiana, ove avesse vinto tutte le gare arrivando a 60 punti, ma che però è reduce da un ripescaggio in C. Inoltre la società barese sta sollecitando i propri atleti con allenamenti casalinghi, con diete mirate da seguire ad litteram così da tenersi quanto meno in forma per una eventuale ripresa degli allenamenti dopo il 4 maggio e, di conseguenza, per una eventuale ripresa del torneo, effettuando  tamponi e visite epidemiologiche, sanificando tutti gli ambienti e confermando il ritiro permanente in un hotel.

Insomma, il Bari non sta con le mani in mano e non accetta passivamente la proposta del sorteggio. Essa, infatti, vorrebbe proseguire il torneo così da poter provare a vincere sul campo il campionato di serie C.

 

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE