fbpx

La Russa, ’25 aprile diventi giorno in memoria dei caduti di tutte le guerre, anche delle vittime del coronavirus’

Politica

La Russa, ’25 aprile diventi giorno in memoria dei caduti di tutte le guerre, anche delle vittime del coronavirus’ Stampa facebook0 Twitter Linkedin Ignazio La Russa, ‘Il 25 aprile diventi la giornata in memoria dei caduti di tutte le guerre, anche le vittime del coronavirus”. Ha scatenato una polemica che ha diviso il mondo della politica la proposta di Ignazio La Russa di dedicare la giornata del 25 aprile alla memorie dei caduti delle vittime di ogni guerra, incluse quelle del coronavirus.

Fonte foto: https://www.facebook.com/Sen.LaRussa/

La Russa, “Il 25 aprile giorno della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, a giorno in memoria dei caduti di tutte le guerre, comprese le vittime del coronavirus” Il vicepresidente del Senato Ignazio La Russa ha proposto di modificare il senso della giornata del 25 aprile, dedicata alla Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. La Russa ha proposto di dedicare la giornata al ricordo dei caduti di tutte le guerre, incluse le vittime del coronavirus. “Da giorno della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, a giorno in memoria dei caduti di tutte le guerre, compreso il ricordo di tutte le vittime del Coronavirus“. “Il 25 Aprile diventi, anziché divisivo, giornata di concordia nazionale nella quale ricordare i caduti di tutte le guerre, senza esclusione alcuna. E in questa data si accomuni anche il ricordo di tutte le vittime del Covid-19 che speriamo cessino proprio in aprile“, prosegue La Russa. Polemiche sulla proposta di La Russa, il Movimento delle Sardine: “Basta con questi tentativi di revisione storica” Nata, stando alla dichiarazione di intenti, come una proposta per unificare il Paese in un giorno simbolico, quella di La Russa è stata un’idea aspramente criticata.

Esponenti del Partito democratico hanno parlato di una proposta inaccettabile e indecente, una strumentalizzazione per cancellare il significato originario del 25 aprile, uno dei baluardi ideologici della lotta al nazifascismo. Anche il Movimento delle Sardine, attraverso un tweet condiviso sul proprio profilo ufficiale, ha aspramente criticato la proposta di Ignazio La Russa. “Il 25 aprile è il giorno della memoria sulla liberazione dal nazifascismo. É la festa della Resistenza con un inno, `bella ciao!´ Onorevole Ignazio La Russa basta con questi tentativi di revisione storica. Il Covid 19 non c’entra nulla con il 25 aprile!”.  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE