fbpx

Roma. Per il Comune, il blocco c’è sempre stato

Cronaca

La bella pianta spontanea su un marciapiede di Via Gennaro Cassiani, si è riempita di graziosi fiorellini gialli la primavera scorsa, quando la pandemia neppure ce la sognavamo, ed è fiorita questa primavera. Non fu tagliata allora, e non viene tagliata adesso.

Nulla è cambiato. La tubazione fognaria rotta, della palazzina 3 di Via Augusto Mammucari (case di edilizia popolare), versava i suoi liquami nei sotterranei del palazzo, la primavera scorsa, e continua a versare liquami dove non dovrebbe, questa primavera. Nulla è cambiato. Il Comune di Roma non  eseguiva lavori necessari prima della pandemia e non li esegue adesso. Pazienza per le piante spontanee che in fondo a primavera e d’estate sono una delizia per gli occhi, sebbene non sia quello il loro posto, ma la fogna rotta deve essere riparata, pandemia o non pandemia, blocco o non blocco delle attività, prima che giunga un’altra estate, prima che regali nuovamente agli inquilini, blatte schifose e nugoli di zanzare, oltre a mettere in pericolo e la loro salute e la stabilità stessa dell’edificio.

Carmelo Dini


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE