fbpx

La maratona musicale diretta da Lady Gaga ha incassato 127 milioni di dollari

Eventi

Parata di stelle per le 8 ore di “One World: Together at Home”, iniziativa dell’Oms per reperire finanziamenti per affrontare l’emergenza coronavirus

  1. together at home fondi lady gaga

Sono 127 alla fine i milioni di dollari raccolti attraverso il progetto “One World: Together at Home”, le otto ore di musica imbastite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con la direzione artistica di Lady Gaga nella notte (italiana) tra sabato e domenica. Una grossa cifra e non ci si poteva aspettare altrimenti considerata la mole di volti dello showbiz americano che hanno prestato il volto per lo show.

Tutti insieme, si, ma da casa, così come recita il titolo della maratona, sullo schermo si sono susseguite le più importanti star mondiali, in particolare della musica: dopo l’apertura, affidata alla stessa Lady Gaga, la serata, trasmessa in diretta, dalle 2 alle 4 del mattino, anche da RaiUno e Radio2, è andata avanti con Stevie Wonder che ha omaggiato l’amico Bill Withers, scomparso pochi giorni fa, cantando “Lean on me”, Paul McCartney che ha suonato una versione di “Lady Madonna” non particolarmente brillante, Elton John direttamente dal giardino di casa, il principe del reggeaton Maluma, Camila Cabello col compagno Shawn Mendes che hanno realizzato una struggente versione di “What A Wonderful Word”, Eddie Vedder meravigliosamente cupo nella sua “River Cross”, Lizzo che ha messo nuovamente in luce la magnificenza della sua voce in una versione di “A Change Is Gonna Come”, i Rolling Stones ognuno da casa propria a suonare il classico del loro repertorio “You Can’t Always Get What You Want”, Jennifer Lopez coraggiosa nell’affrontare “People” di Barbra Streisand, John Legend e Sam Smith in un classico come “Stand By Me”, un po’ come la giovanissima Billie Eilish che realizza una stupenda versione di “Sunny” e il gran finale, dove sulla base del pianoforte suonato dal maestro Lang Lang, Andrea Bocelli, Celin Dion, Lady Gaga e John Legend hanno intonato “The Prayer”.

E questo solo nelle due ore di diretta serale andate in onda in tv con la conduzione di tre fuoriclasse dell’intrattenimento come Jimmy Kimmel, Jimmy Fallon e Stephen Colbert, nelle sei ore precedenti tra gli altri anche Rita Ora, The Killers, Annie Lennox, Sheryl Crow e per l’Italia anche il nostro Zucchero. Un’Italia chiamata più volte in discussione con le foto dei nostri medici più volte riproposte dalla regia americana e un collegamento con la dottoressa del reparto di terapia intensiva del San Raffaele di Milano, Maria Luisa Azzolini. A loro d’altra parte è stata dedicata tutta la serata, raccontati come eroi da non dimenticare, da sostenere, così come fatto anche dalle personalità non appartenenti al mondo della musica che hanno approfittato dell’evento per lanciare il proprio messaggio, da Heidi Klum a Jack Black, da Matthew McConaughey a Sarah Jessica Parker, e poi ancora David e Victoria Beckham, Laura Bush e Michelle Obama, Bill Gates e sua moglie Melinda e l’immancabile Oprah Winfrey.

Dei 127 milioni di dollari raccolti il Covid-19 Solidarity Response Fund dell’OMS ne riceverà poco più di 55, i restanti andranno a enti di beneficenza come banche alimentari e fornitori di alloggi. Una donazione che proviene dagli Stati Uniti proprio subito dopo che il Presidente Donald Trump ha deciso di ritirare i fondi americani destinati all’OMS, una scelta che non è passata inosservata.

In realtà durante l’evento non sono mancati rimandi alle problematiche statunitensi legate alla sanità e alle disuguaglianze sociali, sia Beyoncé che Alicia Keys durante i loro interventi infatti hanno sottolineato come la malattia colpisca e uccida in maniera sproporzionata la comunità afroamericana, che ancora evidentemente non si può permettere le spese mediche per affrontare un ricovero.   


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE