fbpx

Calcio, quando riprendono i più importanti campionati europei

Sport & Motori

Non è solamente una questione legata alla Serie A, dal momento che l’elenco di campionati che aspetta di ripartire in tutto il Vecchio Continente è particolarmente lungo. L’obiettivo è quello di provare a riprendere a giocare il prima possibile per uscire dall’emergenza Coronavirus e cercare di limitare il più possibile i danni economici che tutta questa emergenza sanitaria ha portato.

In modo particolare, sono state le leghe più importanti in Europa a lavorare in maniera capillare per provare a pianificare e a organizzare il ritorno sul terreno di gioco per fare in modo di concludere la stagione. Le certezze, ad ora, sono ancora poche, ma di sicuro verranno sfruttati i mesi estivi, come è stato permesso da parte di Uefa e Fifa, per provare a tornare pian piano alla normalità.

L’unica certezza attuale che è, se si riprenderà a giocare, sarà ovviamente a porte chiuse. Non ci sarà il pubblico né in estate e nemmeno durante l’autunno. Le regole verranno chiaramente stabilite proprio dall’emergenza sanitaria, anche se si farà di tutto per evitare che possano essere persi decine e decine di milioni di euro legati ai diritti tv.

Un’attesa che si sta protraendo sempre più a lungo anche per tutti i fan delle scommesse sportive, che non vedono l’ora di tornare nuovamente a puntare sui principali campionati europei, Serie A compresa ovviamente. Nel corso degli ultimi anni, le opzioni, le quote e le tipologie di scommesse sono aumentate sempre di più, senza dimenticare come siano stati lanciati anche nuovi strumenti come il betting exchange. Per scoprire che cos’è il betting exchange, il consiglio è quello di dare un’occhiata a questa piattaforma e in brevissimo tempo si avrà una panoramica perfetta sul suo funzionamento e su come applicarlo concretamente nelle scommesse sportive.

In Premier League

Il campionato inglese deve ancora disputare nove giornate da qui alla fine del campionato e i vertici della Premier stanno immaginando di condensarle in 5-6 settimane. Tra l’altro, pare che sia in ballo anche una scelta ben precisa, ovvero quella di poter giocare in una sola città, così come in un solo stadio, ovvero a Londra e nello stadio di Wembley.

L’obiettivo è quello di pianificare la ripresa degli allenamenti il prossimo 18 maggio, per provare a tornare a giocare da circa metà giugno, in maniera tale da concludere la stagione, con l’assegnazione del titolo e della FA Cup entro il 31 luglio, con la stagione successiva che vedrebbe la ripresa tra fine agosto e inizio settembre.

In Bundesliga

È probabilmente il campionato in cui si è più avanti rispetto a tutti gli altri, dato che le compagini tedesche sono già al lavoro da metà marzo e ormai manca poco per la ripartenza. Il 30 aprile ci sarà una riunione molto importante e sembra che il torneo possa riprendere già il prossimo 9 maggio.

Ovviamente, anche in Germania si giocherà a porte chiuse, ma la ripartenza permetterà comunque di sistemare i conti delle società che, in alcuni casi, rischierebbero altrimenti pure il fallimento. Una recente ricerca ha svelato come siano ben 13 le società a rischio tra la prima serie e quella cadetta se la stagione non si dovesse concludere.

In Spagna e Francia

Se in Francia la prossima stagione inizierà il 23 agosto e si spera di riuscire a concludere l’attuale entro tale data, in maniera tale da poter liberare il pagamento dei diritti tv, sembra che l’ipotesi più accreditata sia quella di ricominciare a giocare il 17 giugno, con le ultime dieci giornate disputate ogni tre giorni con conclusione a metà luglio, ma i sindacati dei giocatori non sono d’accordo. In Spagna, invece, si parla di ritorno agli allenamenti il 4 maggio dopo uno screening e test specifici, con la stagione che ricomincerebbe il 6 giugno e terminerebbe entro il 31 luglio.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE