fbpx

Senologia per te. Seconda Giornata della Radiologia Senologia

Noi e la Salute

Il 15 maggio 2020 in tempi di Coronavirus parte la Campagna Nazionale Senologia per te. In concomitanza con la Seconda Giornata della Radiologia Senologia. La SIRM lancia l’appello alle Donne Italiane:

Non ritardate la diagnosi di tumore mammario durante la pandemia da COVID-19 ed attiva un Contact Center specifico attraverso una casella di posta elettronica dedicata: SenologiaPerTe@sirm.org 

Dopo il successo della Prima Giornata della Radiologia Senologica tenutasi in occasione della Giornata Internazionale della Donna l’8 Marzo 2019, la Società Italiana di Radiologia Medica e Interventistica (SIRM), attraverso la sua Sezione di Senologia, intende continuare la propria azione di sensibilizzazione e informazione proponendo una seconda giornata dedicata alla diagnosi e prevenzione del tumore mammario nel quadro dell’attuale pandemia COVID-19, il 15 Maggio 2020.

Nel merito, il prof. Roberto Grassi, presidente della SIRM, ritiene opportuno portare all’attenzione della popolazione, in particolare quella femminile, l’importanza dei percorsi diagnostici in senologia, al fine di limitare il ritardo diagnostico che può derivare dalle condizioni determinate dalla pandemia in atto. In particolare, il presidente sottolinea che le pazienti che avevano o hanno un appuntamento programmato o da programmare per approfondimento diagnostico senologico per immagini o mediante agobiopsia, dovrebbero confermare l’appuntamento o ottenerne uno nuovo. Inoltre, le pazienti che hanno sintomi di un possibile tumore mammario (in particolare: nodulo palpabile di nuova insorgenza; retrazione cutanea o del capezzolo; pelle a buccia d’arancia; secrezione monolaterale dal capezzolo) dovrebbero richiedere accertamenti non differibili presso i servizi di radiologia.

La prof.ssa Stefania Montemezzi, presidente della Sezione di Senologia SIRM, ribadisce che le donne asintomatiche che eseguono un follow-up mammografico annuale dopo trattamento per tumore mammario, dovrebbero eseguire la mammografia entro un anno e tre mesi dal precedente controllo, compatibilmente con le condizioni  organizzative  locali.  Analogamente, le donne  asintomatiche  che sono state informate della sospensione dell’attività di screening (o non hanno risposto all’invito per la mammografia di screening dopo l’inizio della pandemia) dovrebbero eseguire mammografia preferibilmente entro tre mesi dalla data del controllo non eseguito, compatibilmente con le condizioni organizzative locali.

I servizi di radiologia, in osservanza delle normative nazionali  e  regionali,  tenendo  in  piena considerazione le  indicazioni  nazionali SIRM (https://www.sirm.org/2020/03/03/covid-19-diagnosi-radiologica-e-prevenzione/), faranno il possibile per garantire le prestazioni di senologia con sicurezza delle pazienti e degli operatori, anche attraverso la cooperazione tra i diversi centri.

A tale scopo è stato istituito un Contact Center mediante una casella di posta elettronica SenologiaPerTe@sirm.org al quale tutte le pazienti possono rivolgersi per chiedere consigli ed ottenere informazioni specifiche.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE