Si è chiuso l’incontro dell’Eurogruppo. Come anticipato dal presidente Mario Centeno prima della riunione, i ministri delle Finanze dell’Eurozona hanno trovato l’accordo sul Mes. L’Eurogruppo ha concordato che tutti gli Stati membri dell’area dell’euro potranno spendere fino al 2% del loro Pil (quello alla fine del 2019, come parametro di riferimento), ottenendo prestiti a tassi agevolati, con l’unico requisito che i fondi dovranno servire esclusivamente per finanziare costi diretti e indiretti dell’assistenza sanitaria, della cura e della prevenzione del coronavirus. Le linee di credito del Mes saranno disponibili fino al 31 dicembre 2022 e, come confermato dal presidente Mario Centeno, i leader hanno stabilito l’operatività del fondo a partire dal prossimo 1° giugno. Il direttore generale e il Consiglio dei governatori del Mes hanno previsto, però, che la deadline potrà essere spostata in avanti, a fronte di una decisione condivisa. 

© 9Colonne