fbpx

Fase 2: dialogo serrato tra governo e enti locali

Politica italiana

Per quanto riguarda il commercio al dettaglio occorrera’ “prevedere regole di accesso, in base alle caratteristiche dei singoli esercizi, in modo da evitare assembramenti e assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti”.”Occorrera’ garantire un’ampia disponibilita’ e accessibilita’ a sistemi per l’igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche, promuovendone l’utilizzo frequente da parte dei clienti e degli operatori”, si spiega. “In caso di vendita di abbigliamento dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce”, si sottolinea nel documento.

Nei mercati e nelle fiere gli accessi dovranno essere “regolamentati e scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita”. Cosi’ nel documento delle regioni che sottolineano la necessita’ di “uso dei guanti ‘usa e getta’ nelle attivita’ di acquisto, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande” e “l’utilizzo di mascherine sia da parte degli operatori che da parte dei clienti, ove non sia possibile assicurata il distanziamento interpersonale di almeno un metro”. I comuni potranno prevedere “Corsie mercatali a senso unico”, “Posizionamento di segnaletica (orizzontale e/o verticale) nelle zone prossimali ai singoli banchi e strutture di vendita per favorire il rispetto del distanziamento” e “maggiore distanziamento dei posteggi”. “I Comuni potranno altresi’ valutare di sospendere la vendita di beni usati”, si aggiunge. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE