fbpx

Bran.Co Onlus di Pescara: in prima linea per aiutare gli italiani in difficoltà

Abruzzo

In questo periodo delicato si sono diffuse inedite iniziative solidali a favore delle persone più svantaggiate. Secondo gli aggiornati dati Istat sono emerse nuove categorie di poveri che fanno fatica a procurarsi il necessario per vivere a causa della crisi economica emersa a causa della pandemia.

Questo periodo è stato denominato il “Tempo della Gentilezza” perché caratterizzato da nuovi valori di condivisione e solidarietà per far fronte alle innumerevoli nuove esigenze che il Covid-19 ha portato con sé. Protagoniste e in prima linea nell’aiutare gli altri sono state le associazioni fatte di volontari che si sono rivelati attivi e determinati nel dare un aiuto concreto a chi è in difficoltà.

Nel territorio del pescarese si è distinto l’impegno da parte di Branca Comunitaria Onlus con il progetto Cooxazione, attivo dal 2016. Grazie ad esso in piena emergenza Coronavirus sono stati distribuiti beni di prima necessità a numerose famiglie in difficoltà.  In questa intervista, Andrea Borrone, presidente di Branca Comunitaria Onlus di Pescara  ci parla del progetto e di come è cambiato il senso di solidarietà ai tempi del virus.

 

Com’è nata questa iniziativa chiamata “Cooxazione” sul territorio pescarese?

Cooxazione nasce come progetto comunitario di solidarietà per sostenere le famiglie in difficoltà che a causa dell’emergenza Coronavirus hanno visto aggravarsi la loro situazione economica. Al di là di questa emergenza siamo operativi già da due anni. Noi sosteniamo ben 20 nuclei familiari tra Pescara, Montesilvano e Francavilla al Mare. L’approvvigionamento avviene tramite banchetti che collochiamo presso i supermercati. Questo periodo di restrizioni ha reso ciò difficile da concretizzare e ci stiamo basando sulla libera e generosa donazione dei nostri volontari e delle persone che supportano questa iniziativa. I pacchi alimentari vengono distribuiti due volte alla settimana, il martedì e il sabato, ai nuclei familiari che abbiamo preso in carico

Alla base di Cooxazione c’è il senso di solidarietà. Quali sono le principali iniziative di solidarietà di Branca Comunitaria Onlus?

Molto significativa è la raccolta fondi chiamata “Un calcio alla pedofilia” mediante l’organizzazione di un torneo di calcio che si svolge ogni anno a Milano dove vi è la sede nazionale di Branca Comunitaria Onlus. Il ricavato del torneo viene donato all’associazione “Caramella Buona Onlus” che si occupa di tutelare i bambini vittime di abusi e maltrattamenti e le loro famiglie.

In base alla tua esperienza come sta cambiando il senso di solidarietà in questo periodo delicato?

Tanto. La gente sta cambiando. Si sta focalizzando su cosa significa la vera essenza della vita. Il senso di condivisione è cambiato. Molta gente ci ha contattato in questo periodo. Ci ha chiamato e scritto sui social per darci una mano. Il cuore della gente è tornato a pulsare e questo atteggiamento avrà delle ripercussioni positive in futuro.

Il nome dell’iniziativa Cooxazione rimanda al “senso di cooperazione” che si coniuga con il concetto di “azione concreta”. Per te cosa significa” cooperare”?

Significa condividere tutto per crescere insieme. Avendo una visione della vita verticale per me è fondamentale crescere sia culturalmente che umanamente. Noi volontari di Branca Comunitaria Onlus ci teniamo molto a coniugare il senso di cooperazione con l’azione che significa agire, fare cose concrete e non limitarsi a fare i filosofi come fanno in molti.

Quanto è importante fare rete in Branca Comunitaria Onlus?

Svolgere questa attività da soli non avrebbe senso. È bello essere riuscito a trovare e riunire tante persone che hanno gli stessi ideali e voglia di cooperare e impegnarsi nel concreto.

Come si prospetta secondo te il futuro di Branca Comunitaria Onlus?

Noi ci dedicheremo sempre più al territorio pescarese con tanto impegno. Il nostro obiettivo è essere lungimiranti e costanti. È l’unica strategia vincente per aiutare concretamente la gente in difficoltà. Vorrei fare tanto per queste persone. Stiamo progettando di integrare le nostre attività in futuro perché le esigenze della gente cambieranno inevitabilmente e ci sarà bisogno di fare tanto per il bene del prossimo. Bisognerà pensare anche a soddisfare i bisogni psicologici che emergeranno estesi anche a quelli dei bambini e adolescenti. Quando ripartiremo infatti cercheremo di coinvolgere anche gli adolescenti attraverso la programmazione di attività sportive e ludiche.

Come si può aderire a “Cooxazione” sia come volontari che persone che ne hanno bisogno?

Noi selezioniamo le famiglie dal punto di vista qualitativo. Aiutiamo solo ed esclusivamente le famiglie meritevoli. La meritocrazia è un valore che si è perso nella società attuale ma per noi è importantissimo e lo difendiamo. Se si vuole diventare volontari basta chiamarci. Essere volontari non deve essere una moda.

Cosa significa al giorno d’oggi essere volontari?

Uscire dal gregge. Ambire a diventare persone migliori dedicandosi agli altri. Aiutare un’altra persona fa crescere prima di tutto se stessi. I nostri volontari sono motivati e concreti.

Mariangela Cutrone

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE