fbpx

Decreto 2^ fase: parliamone un po’

Politica

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Caro presidente Giuseppe Conte.
stiamo ancora pagando per l’errore madornale fatto dal suo governo sin da Gennaio,quando era stata già proclamata l’emergenza sanitaria globale,  causa Covid19.

Capisco il terrore di ridarci la libertà….ma si ricordi che stiamo pagando per quella leggererezza inaudita avuta dalle regioni più colpite, Lombardia e Piemonte,le ricordo che non sono stati presi subito provvedimenti, anzi abbiamo continuato a fare eventi ad ampio spettro,compreso il festival di Sanremo,e l’arrivo del Papa a Bari, l’incontro calcistico Atalanta-Valencia ecc…
Sapevate tutti della minaccia Covid….ma ci avete presi in giro….

Ma ormai è inutile piangere sul latte versato.

Sono convinta che nonostante tutte le vostre task_force brancolate ancora nel buio….e che nessuno vuole assumersi responsabilità.

Ora mi chiedo visto che dobbiamo convivere con il virus, perché non avanzate idee di convivenza? perché non prendete provvedimenti in base alla situazione critica di ciascuna regione?

Sinceramente ci sentiamo tutti trattati come dei rincoglioniti ed irresponsabili…
Voi non date soluzioni,ma delle restrizioni assurde.!!!.. Rivogliamo la nostra identità..!!!

Abbiamo bisogno di soluzioni non di restrizioni…!!!!
tanto quelle tra poco non le rispetterà più nessuno….

Silvia Petrone

Silvia, la tua riflessione é sacrosanta.

Perchè chiudere le porte quando i buoi sono scappati è un esercizio spesso applicato da una classe politica inadeguata ed impreparata all’esercizio di fare la Politica con la “P” maiuscola, che in poche parole significa prendere DECISIONI E RELATIVE RESPONSABILITA‘, ovviamente che intacchi il meno possibile la convivenza civile dei cittadini.

Questa maniera di fare Politica, presuppone che al centro della Politica deve esserci il CITTADINO e non gli interessi economici su scala, oramai, mondiale ed in particolare Europea. Effettivamente, piangere sul latte versato non serve a niente, però prendere atto che certe MISURE DI RESTRIZIONE vanno riviste da SUBITO. Non si può non tenere conto di certe realtà, ad esempio comuni nelle Regioni del Sud e Isole, in cui non si sono verificati casi di contagio ed assimilarle a situazioni presenti ancora nelle Regioni del Nord da dove è partito il CONTAGIO SOTTOVALUTATO inizialmente dai nostri SOLONI IN MEDICINA, facendo partire centinaia di migliaia di persone potenzialmente portatori del COVID 19.

Il sottoscritto, al punto in cui si è arrivati, vuole solo evidenziare che una CLASSE POLITICA INCOMPETENTE E’ PEGGIORE DI QUALSIASI VIRUS, destinato ad autodistruggersi. Invece una NUOVA CLASSE POLITICA DEGNA DI QUESTO NOME, dipende da tutti noi quando andremo a votare, anche da subito per le ELEZIONI REGIONALI, valutando seriamente se l’attuale governo regionale ha fatto qualcosa per impedire la propagazione del contagio e proteggere i cittadini anziani, ospiti di case protette per limitare la mortalità avvenuta. Il sottoscritto avrebbe preferito vedere l’attuale Governatore Pugliese, nonchè Assessore Regionale alla Sanità, meno in televisione e più nelle strutture sanitarie pugliesi insieme agli operatori sanitari lasciati in PRIMA LINEA sguarniti di qualsiasi protezione idonea.

GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE AVRANNO LA PAZIENZA DI LEGGERMI E DI ESSERE CRITICI ANCHE VERSO IL MIO UMILE COMMENTO.

Ing. Vincenzo Drimaco 

drimavi1@hotmail.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE