fbpx

Lettera aperta del Movimento Politico Libertas

Politica italiana e internazionale

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Ennesima lettera inviata al presidente del Consiglio dei Ministri e a tutti i gruppi parlamentari,  ancora oggi dimostrano di essere anti stato italiano, anche se predicano il contrario, non sono capaci ne preparati per far si che i beni e tutte le ricchezze ritorni al popolo italiano legittimo proprietario,  Il Movimento Politico Libertas, da sempre dalla parte della famiglia e della popolazione italiana. 

Spett/le

Presidenza Del Consiglio

Alla c.a. Prof. Giuseppe Conte

Presidente del Consiglio Dei Ministri

Spett/le

PARTITO DEMOCRATICO P.D.

ITALIA VIVA

MOVIMENTO 5 STELLE

 LEGA

FRATELLI D’ITALIA

FORZA ITALIA

GRUPPO MISTO

Camera dei Deputati e Senato

ROMA – Il Movimento Politico “Libertas” vi invita nuovamente a concedere: ”a fondo perduto” immediatamente € 25.000,00 (venticinquemila/00) alle famiglie  ed €60.000,00 (sessantamila/00) a tutte (nessuna esclusa) le piccole e medie aziende in essere senza elemosinare su alcuna attività.

E’ un senso di giustizia sociale dopo il disastro economico causato dai governi che si sono susseguiti dal 1992/1993 fino ai giorni nostri.

Le Privatizzazioni (che sono state contestate da sempre da chi scrive ) si sono rilevate un travaso di migliaia di miliardi dallo Stato e direttamente dai cittadini nelle “tasche” di poche famiglie potenti quale: Benetton; Agnelli; De Benedetto; i soci ALCOA (Multinazionale); Riva; Berlusconi.

Queste famiglie o le loro società, tra l’altro non pagano da anni le tasse in Italia  e continuano  con il sangue degli Italiani.

Questo è l’errore fatto dal P.D. e dai componenti  della D.C. di sinistra nonché di tutta la sinistra con l’appoggio della destra.

Questo errore va corretto subito rettificando l’iter dell’economia del Paese, anche con continui e ripetuti “decreti legge” onde evitare il disastro totale dell’Italia che a breve sarà irreparabile.

Evitate, pertanto, concedere loro nuovi benefici (quale soldi, garanzie, agevolazioni, cassa integrazione ecc..ecc..ecc..) poiché negli anni passati hanno ricevuto immensi patrimoni “gratis“.

Con le Partecipazioni Statali si può porre rimedio alle loro minacce di licenziare il personale. Anziché minacciare, restituiscano i beni non pagati allo Stato che andranno a confluire nelle nuove Partecipazioni Statali.

E’ inutile che il Sig. Prodi dica: “erano altri tempi…….” ed è inutile ricevere minacce di licenziamento.

“Libertas” vi ricorda che la D.C. ante 1992 non ha mai voluto smantellare le Partecipazioni  Statali ma incrementarle perché quotidianamente entrava  moneta fresca per miliardi dall’Italia e dall’Estero a mezzo tutte le società: ENI; Banche; SIP; Autostrade; O.T.O.-Melara; Finsider; Fincantieri ecc…ecc.. ecc…

Queste realtà, che avete regalato avevano portato l’Italia alla 4° potenza economica mondiale, invidiata in tutto il mondo.

Dopo le Privatizzazioni solo sangue, tasse, meno posti di lavoro ca.3 milioni e tanta disoccupazione con lavori a “tempo; a progetto; contratti co.co.co.; saltuari ecc..ecc..ecc..”

Niente rivalutazioni delle pensioni, niente servizi, meno sanità, meno scuola ecc…ecc…ecc…

“Libertas” vi prega evitare di  mandare il Paese totalmente alla deriva assumendovi una responsabilità verso i vostri figli e le future generazioni.

I giovani cercano tranquillità, lavoro, affetto non una “ecatombe economica con debiti” né essere “sottomessi dai barbari”.

Vi sono tanti errori da correggere: questo è il più grave e grida vendetta….

Solo così l’Italia può  primeggiare in campo economico, dare garanzie alle famiglie, lavoro e dignità ai giovani e meno giovani. Dare i giusti servizi e soddisfare le aspettative del popolo.

Il Movimento Politico “Libertas” vi prega, Signori del P.D. e dell’ex D.C. non ripetere il grave errore commesso con le Privatizzazioni; errore da Voi oggi riconosciuto e reso manifesto ripetutamente anche nei momenti più importanti della vita quotidiana.

 “Libertas” vi prega di correggere quell’errore portando nello Stato i beni che non sono mai stati pagati, solo così si possono riconoscere subito “a fondo perduto” , alle famiglie € 25.000,00 e alle attività imprenditoriali € 60.000,00.

“Libertas” Vi ricorda quanto scriveva Abramo Lincoln: “ ….potrete ingannare tutti per qualche tempo, e qualcuno per sempre, ma non potrete ingannare tutti per sempre! “.

“Libertas” ricorda ai vecchi D.C. di sinistra (Bindi;Fioroni;Letta;Marini;Mancini; Franceschini;Gentiloni; ecc..ecc..)e di destra, che se non ci fosse stato il loro grosso contributo non ci sarebbe stato questo immenso disastro.

“Libertas” conferma che qualora quanto su-menzionato non venga attuato, sarà il suo primo  impegno politico : “restituire al popolo giustizia, libertà e benessere….”.

Restituire al popolo i beni tolti allo Stato , è un atto di giustizia.

Solo in questo modo si possono risolvere i problemi del Paese, delle famiglie e dei giovani.

Con osservanza                                                                                                           

Il Presidente

Movimento Politico Libertas

Dott.Antonio Fierro

 già alto Dirigente delle PPSS

                            


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE