fbpx

“Protocollo cv: dalla realtà alla fantasia” – L’ultimo lavoro dell’avvocato- scrittore barese Christian Montanaro            

Arte, Cultura & Società

L’ultimo lavoro dell’avvocato- scrittore barese Christian Montanaro   

Dall’inizio della pandemia da “Coronavirus”, il quarantenne avvocato – scrittore barese Christian Montanaro, con cadenza regolare sulla propria pagina Facebook, scrive un racconto a puntate dal titolo “PROTOCOLLO CV”, opera di fantasia che trae origine dalla drammatica realtà che in Italia e nel Mondo si sta vivendo dai primi mesi di questo 2020.

L’autore rivela il suo iniziale approccio verso il virus, che poi si è trasformato in occasione di ripensare il modus vivendi della società: “La pandemia è stata un fulmine a ciel sereno. Inizialmente ammetto di averla presa sottogamba, convinto anche io fosse poco più di una influenza. Poi da quando ne ho preso effettiva contezza ho osservato scrupolosamente le regole, igienizzando tutto e continuando a lavorare principalmente da casa. Emozionalmente è stata quindi una situazione che ha messo a dura prova i nervi ma che paradossalmente mi e` anche piaciuta sotto l’aspetto del minor inquinamento nell’ambiente circostante e della maggiore calma dei ritmi della vita quotidiana. Anche se mi è ovviamente mancata la vita di tutti i giorni e la libertà di potermi autodeterminare”

Lo scrittore spiega come questo suo lavoro miri ad infondere speranza, fiducia e ad aprire ad una prospettiva positiva della vita “Inizialmente avevo creato Protocollo CV per esorcizzare la quarantena. Poi ne è nata una storia a tutto tondo che fortunatamente è piaciuta e che i miei lettori stanno seguendo. Il messaggio vuole essere ovviamente di speranza, anche se non garantisco il lieto fine, perché la penna va dove la fantasia la porta. Di certo vuole trasmettere valori importanti come la fiducia, la collaborazione e il porre l’interesse della gente al di sopra del proprio. Tutte possibili lezioni sulle quali ci stiamo interrogando quotidianamente”.

Questo è l’ultima creazione dell’Avv. Montanaro che sta appassionando il pubblico, a cui è già noto per essere l’autore di pubblicazioni come “Campioni a chi?” (che in due settimane nel 2012 è stato il secondo e-book più venduto in Italia sul circuito ultimabooks.it), “Bestseller- l’incubo riNcorrente” (46 presentazioni in Puglia e menzione d’onore per la narrativa edita alla prima edizione del concorso letterario nazionale Bari Città Aperta) e “L’allenatrice” (con la partecipazione dell’attrice Lia Cellamare e dei giornalisti sportivi Gianluca Di Marzio, Alessandro Bonan ed Enzo Tamborra – 5 classificato per la narrativa sportiva alla seconda edizione del concorso letterario nazionale Bari Città Aperta).

Considerate le molteplici ed impegnative attività cui quotidianamente si dedica, è stato inevitabile chiedere a Christian Montanaro quale parte della sua “poliedrica identità” si sia sviluppata prima….e soprattutto come riesca ad organizzare il suo tempo in modo così produttivo: “Non sono figlio d’arte, anche se mio padre avvocato in realtà era un pittore straordinario e quindi forse a livello genetico, seppur in campi diversi, mi ha trasmesso qualcosa. Scrivere mi è sempre piaciuto, anche se è una attività che ho decisamente affinato negli anni con le mie attività correlate di giornalista pubblicista e autore e conduttore di testi, cortometraggi e format radiofonici che hanno probabilmente reso questo mestiere più completo, perché più panoramico grazie alle diverse esperienze e terminologie acquisite. Io penso che, anche se le giornate di tutti noi oggi sono sempre più ricche di impegni, il tempo per le proprie passioni si possa e si debba trovare. Gli hobby hanno a mio avviso un forte potere decontaminante dallo stress e aiutano a sviluppare aree neurologiche diverse, aumentando magari anche la versatilità d’animo e di espressione”.

Un orgoglio tutto barese, insomma, cui non possiamo che rivolgere i nostri più sinceri apprezzamenti.

<<Inizialmente la mia idea era soltanto quella, nei primi giorni della emergenza sanitaria – spiega Christian Montanaro – di fornire un mio contributo periodico da autore per i miei amici lettori. Quasi per scacciare insieme la noia della quarantena forzata. Poi, come spesso capita a chi ama scrivere, mi sono lasciato prendere la mano e ne è venuta fuori una storia a tutto tondo, che ha rivelato un complesso schema narrativo, con l’identificazione di precisi personaggi chiave della vicenda, tra i quali appunto Alice Borrelli, il Premier Roberto Rossi, l’Imperatore del Giappone, e tanti altri. Con un piccolo cammeo che non ho voluto far mancare anche per il Sindaco di Bari – che nella mia storia si chiama Nicola Di Chiara – in segno di sincero omaggio per il nostro infaticabile primo cittadino per l’incessante lavoro che sta effettuando per la nostra città>>.

Protocollo CV, come Protocollo Coronavirus. Il documento che, nel racconto, tutti gli Stati del mondo si accingono ad un certo punto a sottoscrivere per trovare un modo unico ed uniforme di fronteggiare la emergenza sanitaria in atto.

Annamaria Peragine 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE