fbpx

Riflessione

Politica italiana

E’ inutile, e poco conveniente, sostenere che nessun politico avrebbe potuto fare meglio in emergenza Pandemica. Dubbiosi eravamo, e dubbiosi restiamo. I provvedimenti di contenimento virale hanno allontanato ogni possibilità di ripresa all’Azienda Italia che già era compromessa. Ora di “ripresa” non è neppure opportuno accennare.  Come già abbiamo scritto, l’attuale linea politica non porterà a nulla di positivo se non si andranno a modificare le strategie di questo esecutivo a tempo.

 E’ il vivere quotidiano che è compromesso da un apparato che chiede; senza dare. Per i pensionati, che sono un esercito, preferiamo stendere un velo d’oblio per non amareggiare di più chi ha lavorato una vita ed è costretto a non far più conto su un futuro a “termine”. Per chi ha perso il lavoro e per quelli che non hanno potuto lavorare mai, preferiamo che siano i fatti a fare chiarezza. Il Coronavirus non ha rispettato nessuna etnia. Le prospettive per il futuro, almeno quello prossimo, restano privi di tutti, o quasi.

Non avendo spunti da mostrare per ridurre il “danno”, non ci resta che verificare la realtà nazionale con occhio valutativo. Ma non polemico. Vedremo come si evolverà la Pandemia nei prossimi mesi. Il nostro futuro resta, ancora, incerto. Insomma, le prospettive non sono favorevoli. Noi aggiungiamo che di “parole” non si può vivere. Tanto meno lo può un Paese che dovrà fare conto con una recessione che già era presente prima del Coronavirus. Dalle riflessioni si dovrebbe passare ai fatti. Ma le condizioni non ci sono. Per il futuro, quello che ci accompagnerà nel 2021, non siamo nelle condizioni per fare delle anticipazioni.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE