fbpx

Roma. La storia del piccolo parco con la grande fontana

Cronaca

A piazzale Loriedo, nel quartiere di Colli Aniene, a Roma, c’è un piccolo parco con nel centro una grandissima fontana che ne occupa un quarto almeno. Quasi un laghetto. Un’idea geniale dell’architetto che lo progettò. Una gioia per i bambini, i nonni, ma per tutti gli abitanti della zona. Dopo un paio d’anni di totale abbandono, con la fontana secca, con i tubi scoperti assai brutti a vedersi, nel settembre del 2019 Virginia Raggi, accompagnata dalla Presidente del IV Municipio Roberta Della Casa, dava agli abitanti del quartiere la bella notizia della riapertura del parco. Promessa di marinaio. Gli zampilli della fontana si sono visti per breve tempo, poi nuovo abbandono.

Adesso è chiuso, il parco. Lo chiusero per l’emergenza Covid- 19, ma mentre tutti gli altri parchi di Roma, sono stati riaperti, questo di Piazzale Loriedo, si sono dimenticati di riaprirlo. Sul cancello c’è un cartello: “Il 4 maggio riaprono i parchi… ma rispettando le regole: al parco posso… al parco non posso ancora. Al parco di Piazzale Loriedo, non si può un bel niente, perché è ancora chiuso con tanto di sigilli della Polizia di Roma Capitale. Ma forse è meglio così. Perlomeno si evita, entrandovi, d’essere presi da rabbia e tristezza ad un tempo nel vedere in quale stato di degrado si trova.

Renato Pierri


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE