fbpx

Una lezione di vita

Politica

Quando la politica torna a occupare le prime pagine dei giornali e delle emittenti televisive, significa che, almeno in apparenza, il “peggio” della Pandemia è passato. Di fatto, pero, questo Coronavirus ci ha fatto intendere quanto sia importante irrobustire gli interventi pubblici e promuovere, in tempi abbastanza contenuti, uno sviluppo che riduca il divario tra ricchi e poveri.

 Insomma, questo Esecutivo, e chi gli permette di “vivere” dovrebbe muoversi per ripartire dall’economia sostenibile e dalla salute. Tutti i settori nazionali sono stati colpiti. Siamo in recessione. Situazione che potrebbe aggravarsi senza varare massicci interventi per sostenere un’economia che era già sofferente prima del Covid-19. Non sarà, però, facile tornare a una presunta normalità in tempi economicamente ragionevoli. La “distanza” tra chi è ancora ricco e chi è più povero s’è ampliata.

 Del resto, da soli non ce la potremo fare. Su questa considerazione dovrebbero concentrarsi gli impegni dell’Esecutivo Conte. Siamo in UE. L’Europa Stellata, pur se coinvolta dalla stessa Pandemia, può darci una mano. S’è scritto di cento miliardi di Euro che potrebbero essere messi a disposizione del nostro Paese a fondo perduto. Se l’operazione sarà concretata, bisognerebbe, poi, investire questo capitale in operazioni di generare reddito e lavoro.

 L’importante è frenare l’attuale debito pubblico che ci portiamo dietro da troppo tempo. E’ importante, al punto in cui siamo, scoprire nuovi mercati e abbandonare le “manovre” senza futuro. Resta, poi, da snellire la nostra burocrazia. Quindi, accelerare i tempi per i contributi da destinare alla cassa integrazione ed ai sussidi di disoccupazione. A conti fatti, resterebbe da compattare economia e salute in un Paese che, per il passato, ci ha provato, ma non c’è riuscito.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE