fbpx

Habemus papam – Per il Bari sarà playoff

Sport & Motori

Habemus papam. La strada era stata già segnata da Gravina. Fumata bianca finalmente sul fumaiolo del Palazzo della FIGC dove il Consiglio Federale si è riunito emettendo alcuni verdetti e la soluzione che regoleranno le promozioni e le retrocessioni. Prosecuzione dei tornei di A e B, e  playoff e playout che regoleranno la quarta promossa in B e le retrocessioni in D. Stop calcio femminile tutta l’area dilettantistica.

Per la serie A e B si è optato per la prosecuzione del campionato con la variante dei playoff e quella dei playout che verrebbe presa in considerazione soltanto se dovesse manifestarsi uno stop del torneo decretato prima di una certa data, ovvero quella del 10 luglio. Respinta la proposta della Lega di Serie A del blocco delle retrocessioni che tanto aveva fatto discutere nei giorni scorsi.

Il destino del Bari sarà attraverso due strade, quella dei playoff e, laddove si dovesse interrompere per una malaugurata contagio del covid 19, quella dell’algoritmo che vedrebbe favorita la Reggio Audace.

Dunque, Reggina, Monza e Vicenza promosse in B, con merito occorre dire, in quanto sono state le squadre che hanno guidato i gironi.

Si andrà avanti a partire secche per i playoff fino ai quarti di finale della miglior classificata a porte chiuse, poi sarà final four. Il Bari entra nel secondo turno con gara secca col vantaggio del doppio pareggio e quello della miglior classificata. Dopo sarà, appunto, final four con supplementari e calci di rigore, forse su un campo neutro, Coverciano, Borghesiana, Catania le candidate in quanto dispongono di tutte le caratteristiche per ospitare le pretendenti,  anche se la speranza è vederli giocare su stadi normali possibilmente con qualche spettatore. Ma si parla anche dell’Olimpico di Roma e il Franchi di Firenze.

Le probabili partecipanti ai playoff saranno per il girone A la Carrarese, il Renate, il Pontedera, la Robur Siena, l’Albinoleffe, l’Arezzo, l’Alessandria, la Juventus U.23 ed il Novara. Per la Pro Patria si attende il risultato del match di Coppa Italia tra Juventus U 23 e Ternana. Per il girone B la Reggiana, la Triestina, il Carpi, il Padova, il Sud Tirol, la Feralpi Salò, il Piacenza, la Sambendettese ed il Modena. Per il girone C parteciperanno il Bari, il Monopoli, il Catania, il Catanzaro, il Potenza, la Ternana, il Teramo, la Virtus Francavilla e l’Avellino. Non si esclude la rinuncia di qualche squadra di queste 28 ed in tal caso scatterebbe la sconfitta a tavolino ed i conseguente passaggio del turno dell’altra squadra. Da tener d’occhio anche la finale di Coppa Italia tra Ternana e Juventus U.23 che potrebbe rimischiare le carte con lo spauracchio Vibonese pronta ad intervenire.

Si giocheranno i playout le quartultime, le terzultime e le penultime dei tre gironi col Gozzano, il Rimini ed il Rieti retrocessi direttamente in D. Dunque si pare uno spiraglio per il Bisceglie che si giocherà la permanenza con la Sicula Leonzio.

L’eventuale algoritmo, per tutte le categorie, diventa piano C che verrà calcolato con la media punti in casa e quella fuori, esclusa la differenza reti per il quale, come detto prima, per la serie C, vedrebbe la Reggio Audace favorita rispetto al Bari.

Ciononostante con ogni probabilità molte squadre saranno scontente e si prevedono ricorsi.

Sarà dura, dunque, per il Bari rincorrere la B perché le squadre sono molto competitive, sono forti e sicuramente venderanno cara la pelle. La società biancorossa ha da parte sua una ottima organizzazione societaria, una squadra di qualità seconda a nessuno.

Sarà pure dura per il Bari, così come pere tutte, anche perché occorrerà una preparazione atletica particolare che scongiuri possibili infortuni causati dalla mancanza di allenamenti sul campo tenuto contro che si giocherà sotto la canicola. Ci vorrà concentrazione, consapevolezza dei propri mezzi e convinzione di scendere in campo con l’etichetta di squadra competitiva ma anche con una dose massiva di umiltà facendo leva sulla propria forza. Un’annata disgraziata, questa, che vedrà l’epilogo con playoff mozzafiato dove potrà accadere di tutto.

Naturalmente, il tutto se il maledetto coronavirus non dovesse avere la meglio anche su una squadra sola, altrimenti sarà algoritmo per tutti col Bari che avrebbe qualche chance in più.

Intanto i giocatori del Bari sono ritornati in campo per riprendere gli allenamenti anche se ancora individuali. Tra qualche giorno si procederà con quelli collettivi.

 

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE