fbpx

Trovate le ceneri di Elena Aubry che erano state rubate al Verano

Cronaca

La ragazza era morta a 26 anni in sella alla sua moto sulla via Ostiense nel 2018. Era la prima volta che le ceneri di un defunto venivano trafugate da un cimitero della Capitale 

© Francesco Fotia / Agf – Graziella Viviano, madre di Elena Aubry 

“Sono state ritrovate le ceneri di Elena. Per il momento non so altro”. A dirlo, in un video pubblicato su Facebook, è Graziella Viviano, madre di Elena Aubry, la motociclista di 26 anni morta in un incidente stradale due anni fa sulla via Ostiense, a Roma, ha annunciato il ritrovamento delle ceneri della figlia rubate nel cimitero del Verano il 5 maggio scorso. “Ho sempre avuto fiducia nelle forze dell’ordine. – ha aggiunto – Per me sono persone speciali e ancora una volta hanno dimostrato di esserlo”.

Il cimitero Verano si estende su una superficie di circa 87 ettari. Nell’area è attivo un servizio di pattugliamento di guardie giurate armate, presenti 7 giorni su 7 durante l’orario di apertura. Le guardie giurate operano in sintonia con la centrale operativa di competenza e con la sala operativa di videosorveglianza, garantendo il pronto intervento in caso di necessità. Alla sala di videosorveglianza fanno capo circa 40 telecamere che controllano i varchi di accesso, gli uffici cimiteriali, l’area del Quadriportico ed alcuni punti specifici.

Il furto delle ceneri di un defunto, aveva fatto sapere l’Ama, non si era mai verificato prima all’interno dei Cimiteri Capitolini.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE