fbpx

Dentix chiude ??

Cronaca

Il gruppo DENTIX ITALIA CHIUDE. Sembra sia stata presentata istanza di fallimento. Ancora una volta pazienti beffati che si trovano con lavori pagati che non verranno mai finiti, e la rata del finanziamento da pagare senza se e senza ma. Mentre in governo garantisce le banche , garantisce per nulla i diritti dei cittadini. Eppure se un governo consente la apertura di centri dentali come funghi, dovrebbe assumersi l’onere di garantire i cittadini gabbati da queste realtà commerciali.

Il gruppo fondato da Angel Lorenzo Muriel, riporta Cinco Dias, il giornale economico che fa riferimento a El Pais, aveva riaperto più di 60 centri sui 217 che ha in Spagna e sperava di terminare la settimana con oltre il 90% delle cliniche attive ma già prima della pandemia aveva fatto ricorso alla cassa integrazione per quasi tutti i suoi 3.200 impiegati in Spagna e ora, secondo il quotidiano, prevede di estenderla per 6 mesi per il 50% dei dipendenti. A marzo, Dentix aveva presentato la richiesta di un concordato preventivo, ha venduto le cliniche in Portogallo e messo in vendita, ma senza ancora trovare un acquirente, quelle italiane.

L’azienda possiede più di 350 Centri a conduzione diretta tra Italia, Spagna, U.K., Messico, Colombia e Portogallo. In Italia Dentix, dal dicembre 2014 ad oggi ha aperto 57 centri odontoiatrici. Il 2018, gli ultimi dati disponibili, si era chiuso con ricavi per 298,78 milioni e un utile di 15 milioni di euro.

Questi centri hanno messo alle corde molti professionisti italiani dentisti e odontoiatri che sono entrati in una crisi nera e facendone  chiudere altri per sempre.

Materiali economici forse anche troppo prezzi concorrenziali solo apparentemente, basta far aumentare le operazioni da eseguire e alla fine, il conto finale cambia assai poco. Certo non verranno eseguite corone in oro, patino e neppure palladio. Solamente cromo-cobalto lega vile dal prezzo talmente basso, da poter permettere alla gigantesca giostra di continuare a girare e mostrare ai pazienti sprazzi e cotillons. Di fatto a nostro avviso, non si sarebbe mai dovuto permettere a questi Grandi magazzini della salute, di aprire. Di fatto, a nostro avviso gli studi professionali dovrebbero portare il nome e la faccia del professionista come accade per i notai. Di fatto, a nostro avviso specialmente gli studi medici, dovrebbero poter essere aperti, solamente da medici. Invece queste realtà da supermercato della salute, hanno abbattuto la eccellenza italiana, costringendo spesso molti dentisti professionisti, ad abbassare prezzi e qualità di materiali per non chiudere. Vorrei ancora far riflettere sul fatto che il prezzo di tutti i metalli del pianeta, viene fissato dall’ LME di Londra (LONDON METAL EXCHANGE)  per questo, comprare iro a milano o a mombay o a caracas , il prezzo non cambia. alcune economie, troppo economiche,  nascondono sorprese assai spiacevoli, e del resto, si sa BABBO NATALE NON  ESISTE.

Sergio Incerrano


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE